Nelle notti dei tamponi continuano le maxicode ai due centri “Salus” di Cecina e Rosignano

In centinaia a fare il test per ottenere il green pass necessario per il lavoro. Annunciato un altro prolungamento degli orari fino alle 22

Rosignano. Notte prima del …Green pass. Quella che può sembrare una battuta, pronta a scomodare le celebri note di Antonello Venditti, prende consistenza di fronte alle foto con centinaia di persone in fila, con mascherina, ad aspettare il proprio turno per fare il tampone. Quel test che garantisce per 48 ore la certificazione verde che da ieri, ricordiamo, è diventata obbligatoria per entrare a lavorare, nei posti pubblici e in quelli privati, tra controlli all’ingresso e verifiche, app e smartphone alla mano. Insomma, non solo, come in estate, per viaggiare o per consumare seduti al tavolo all’interno di bar e ristoranti.

In fila per il tampone

Ebbene, la “notte” che si riferisce alle immagini cecinesi è quella che racconta di tantissime persone in fila di fronte al centro Salus, accanto alla caserma dei vigili del fuoco, con il polo di servizi sanitari (attivo anche a Rosignano) che è rimasto aperto fino a tarda serata per garantire l’esecuzione del test a tutti i richiedenti. Un’iniziativa, quella del tampone sotto le stelle, annunciata dai canali social e che ha riscosso una partecipazione notevole per rispondere all’esigenza a quanto pare di molti lavoratori di provvedere all’ultimo tuffo al test (ovviamente con esito negativo) per andare a lavorare l’indomani. Vaccino, essere guariti dal Covid negli ultimi sei mesi o tampone negativo per 48 ore: queste le strade d’altronde per ottenere il “pass” e quindi per poter entrare al lavoro da ieri. «Nessuno senza Green pass – scrivevano dal centro sui canali social –. Per emergenza stasera (giovedì, ndr) prolungamento orari», annunciavano, comunicando, sempre dalla pagina Facebook (Salus Toscana) di venire «anche senza appuntamento, ma con tanta pazienza». Fila lungo l’edificio e attorno al parcheggio traducevano nella serata di giovedì in maniera plastica i numeri: «Circa quattrocento persone», secondo quanto era stato riferito dal centro sanitario cecinese proprio in quelle ore.



Test di notte
E adesso, mentre quelle immagini sono destinate ad aprire il dibattito, come confermano le parole direttamente del sindaco Samuele Lippi – come scriviamo a parte (che dichiara che si rivolgerà direttamente al presidente del consiglio) – dal centro dopo i ringraziamenti a tutto lo staff per l’impegno profuso nelle scorse ore, rilanciano ancora dai social e fissano l’appuntamento per la serata di domani (domenica) alla sede di Cecina e Rosignano (tra le altre) con cinque ore dedicate ai tamponi: dalle 17 alle 22, con un orario prontamente modificato per venire in contro a chi ha bisogno di fare il tampone per le giornate lavorative di lunedì e martedì. E via così. Per questo l’orario di domani è stato anticipato di un’ora e sarà prolungato fino alle 22, anche se è pronosticabile che si possa andare oltre gli orari indicati. Tutto dipenderà dai numeri, con la sensazione che possa esserci un bis di quanto visto nella serata di giovedì, anche perché, anche questa volta oltre alle prenotazioni ci saranno quelli che non hanno provveduto a prenotare e che si potranno presentare ugualmente per sottoporsi al test. E c’è attesa per domani, dunque, con un’altra serata al centro dedicata ai tamponi dal pomeriggio in poi.

© RIPRODUZIONE RISERVATA