Contenuto riservato agli abbonati

Marciapiedi da rifare in quattro aree di Rosignano: ecco i 350mila euro per l’intervento

L’assessore Bracci: «I lavori dovrebbero partire entro fine anno. Puntiamo molto alla sicurezza urbana»

ROSIGNANO.Rosignano rinnova i marciapiedi. Per un intervento di manutenzione straordinaria dal costo complessivo di 350mila euro.

L’approvazione del progetto esecutivo arriva dopo la delibera del 18 dicembre 2020 con la quale era stato ratificato lo studio di fattibilità tecnico economica. Due i capitoli del bilancio 2021-2023 relativi al finanziamento: 141mila euro da “Interventi vari vie e piazze”, 209mila da “Manutenzione viabilità”.


Trovandosi di fronte a un importo superiore a 150mila euro, l’affidamento dei lavori sarà effettuato tramite gara, mentre la stima dell’operazione parla di 225 giorni lavorativi.

Dove si interviene? Sono quattro le aree interessate. La prima, la più estesa, comprende via del Fante, via Toscanini, via XX settembre, via Verdi, via Monte alla Rena, via XXI aprile, per un totale di 168 giorni.

Ci sono poi via Allende e piazza del risorgimento (124 giorni); quindi via Gramsci (124 giorni) e, infine, località Casalino (29 giorni), a cavallo fra Solvay e Castiglioncello.

«Ci siamo concentrati soprattutto su Solvay, anche se la manutenzione riguarda pure parte di Rosignano Marittimo – le parole dell’assessore ai lavori pubblici, Giovanni Bracci – Abbiamo cercato di individuare le situazioni più critiche che si protraggono da anni. Fra gara, adempimenti d’ufficio, tempi della ditta e quant’altro, credo partiremo entro fine anno, al massimo all’inizio del 2022. Come amministrazione, a partire dall’insediamento che risale al 2019, abbiamo redatto un programma di investimenti volto a migliorare gli aspetti della sicurezza e del decoro urbano. Parliamo, quindi, di marciapiedi, asfaltature, e via dicendo. Ecco, su questi due aspetti abbiamo deciso di investire parecchio. Precisamente, per le asfaltature un milione e 200mila euro all’anno; per i marciapiedi 300-350mila euro annui. Ripeto, è un impegno importante che è seguito anche a un incremento cospicuo nella rotazione organica degli uffici tecnici che curano questo settore».

«Quanto tempo ci vorrà per fare tutto? – continua Bracci – Beh, non abbiamo la bacchetta magica e parliamo di un progetto che si svilupperà negli anni. Detto questo, secondo il programma dedicato che abbiamo realizzato e che parla di almeno 6 milioni e mezzo per completare l’asfaltatura, considerando pure i ribassi d’asta, pensiamo di arrivare a fine legislatura con la stragrande maggioranza del progetto terminato. Sui marciapiedi è più difficile fare previsioni perché sono di diversa tipologia. Ci sono quelli asfaltati e quelli a mattonelle. Anche qui, però, contiamo di dare una bella spinta. L’intenzione è di eliminare le problematiche esistenti, anche pensando alla presenza di persone con disabilità. Lo ribadisco, come amministrazione puntiamo molto su decoro, manutenzioni, sicurezza».

© RIPRODUZIONE RISERVATA