Contenuto riservato agli abbonati

Nuovo centro commerciale di Palazzi, il presidente Geri: «Un vero segnale per la ripartenza»

Cecina, il socio proprietario del nuovo punto vendita Acquerta illustra le strategie: «Complesso che guarda al territorio»

CECINA. Ci siamo. Da oggi è aperto al pubblico il mega parco commerciale Corte Acquerta con un nuovo spazio Conad. L’operazione vede capofila il socio Valter Geri e Conad Nord Ovest, insieme a Toscana sviluppo. Il presidente di Conad Nord Ovest Geri e socio proprietario del nuovo punto di vendita spiega l’operazione e le sue ricadute sul territorio.

Cosa rappresenta il progetto per il territorio?


«È un intervento molto importante per il territorio, un progetto di cui sono orgoglioso, soprattutto per il contributo che darà alla crescita della città di Cecina e all’offerta turistica del territorio, grazie alla pluralità di servizi offerti. Uno contributo importante anche in termini occupazionali: solo nelle strutture Conad sono qui impegnati 163 addetti, di cui 114 come nuove assunzioni. A Cecina il settore del commercio è sempre stato trainante, pensiamo che l’apertura di Corte Acquerta oltre a dare un messaggio positivo, richiamando persone dai comuni vicini a Cecina, potrà avere ricadute positive sull’intero tessuto commerciale cittadino. Il nuovo insediamento si trova poco distante dalla città. È facile immaginare che le sue capacità attrattive porteranno nuovi flussi di clienti nell’intera zona».

Quale è la presenza di Conad in questo progetto?

«Oltre al supermercato Conad è presente tutto il mondo dei nostri servizi. Al supermercato, che si estende per circa tremila metri quadrati, si aggiungono i concept parafarmacia e l’ottico (integrati nel punto di vendita), il PetStore, il bar bistrò Sapori&Sorrisi ed il distributore carburanti Conad self 24: nuove aperture che consentiranno a Conad Nord Ovest di rafforzare e diversificare la propria presenza in città e in provincia – che ora conta 37 punti vendita».

Quale è il bacino di utenza a cui vi rivolgete?

«Il nuovo polo si rivolge a un bacino di utenza di circa 80mila persone che risiedono nell’arco di trenta chilometri dalla struttura. Durante la stagione estiva i flussi turistici sono molto più ampi. È nostra intenzione creare meccanismi, penso a iniziative commerciali, per creare un collegamento con il centro storico di Cecina e dare impulso al commercio. Nella struttura Conad c’è anche una sala multimediale, che abbiamo chiamato lo “Spazio delle parole”, che sarà a disposizione delle associazioni e dei cittadini per organizzare iniziative di carattere culturale, presentazioni di libri, ma anche degustazioni di prodotti del territorio e corsi di formazione. Ci tengo molto proprio perché si rivolge alle persone e a tutti coloro che ci verranno a trovare».

Sta suscitando grande interesse il negozio a marchio Conad per gli animali, è il primo in provincia con queste caratteristiche?

«È il primo nella zona, l’82esimo in Italia e il 32esimo di Conad Nord Ovest. Ha un format inusuale rispetto ai negozi tradizionali, soprattutto per i servizi che offre a cominciare dalla tolettatura dei nostri amici pelosi. Ci sarà anche una lavanderia per coperte e altri accessori usati per gli animali da compagnia. In poco tempo siamo diventati la quarta insegna in questo settore puntando sul fatto che il mercato degli animali è in crescita».

Che rilievo ha l’aperrtura per una ripartenza del territorio?

«Corte Acquerta rappresenta un segnale forte di ripartenza dopo i lunghi mesi della pandemia. Strategico proprio per il collegamento che ha con l’economia locale in particolare con le microimprese: tanti piccoli e medi produttori nostri fornitori che sono componente fondamentale e peculiarità del modello Conad. In Toscana la rete dei partner locali di Conad Nord Ovest coinvolge 690 fornitori, per un fatturato sviluppato di 232 milioni di euro. All’interno del nuovo Spazio Conad saranno in vendita numerosi prodotti delle aziende del territorio con oltre 1. 220 referenze. Solo nel settore del vino saranno presenti oltre 220 etichette di produttori locali. Tutti i nostri prodotti sono certificati e questo è una garanzia ulteriore per il consumatore».

© RIPRODUZIONE RISERVATA