«Ferri a vista sul ponte di Rosignano». Ma il Comune replica: «Quel cavalcavia è sicuro»

Il cavalcavia di Rosignano al centro dell'interpellanza

Fratelli d’Italia in un’interpellanza incalza Palazzo civico: «Vogliamo inserirlo nelle opere prevista dal piano del governo»

Rosignano. «Il cavalcaferrovia è sicuro, provvediamo alla manutenzione e contiamo che sia inserito, per un restyling complessivo, nel Piano nazionale di ripresa e resilienza». La rassicurazione arriva direttamente dal sindaco Daniele Donati che replica all’interpellanza fatta nei giorni scorsi da Fratelli d’Italia con i consiglieri Fabio Niccolini e Stefano Scarascia. Varie le domande dei consiglieri che tornano sul tema della sicurezza dell’infrastruttura.

L’interpellanza

«La situazione del cavalcavia con ogni evidenza non è buona», commentano condensando in un’interpellanza tutte le loro perplessità. E, aggiungono, sono «numerosi punti dove i ferri del cemento armato sono ormai a nudo e quindi lavorano con capacità ridotta oltre a esser soggetti a un più rapido deterioramento»; inoltre, continuano, alcune aree prima transennate adesso non lo sono più. Queste alcune considerazioni prima di passare alle domande rivolte direttamente a palazzo civico. «È stata accertata, da chi e quando, la stabilità e l’efficienza del cavalcavia sotto il profilo della capacità di reggere lo stress del traffico che sopporta?», chiedono, tra gli altri punti a cui sommano la richiesta di un calendario dei prossimi cantieri e la questione transenne, ma non solo: «Non si ritiene di predisporre idonea impalcatura di protezione per assicurare il mantenimento del traffico veicolare lungo le carreggiate? Sono stati coinvolti i vigili del fuoco per valutare la situazione?». Queste le domande che inoltrano direttamente al municipio.

«Cavalcavia sicuro»
La replica arriva allora da un duplice punto di vista, quello del primo cittadino, ma anche quella dell’assessore alla qualità urbana Giovanni Bracci. «Abbiamo un progetto preliminare approvato da tempo (quello da 1,8 milioni di euro). E abbiamo affidato, a spese nostre, l’incarico per la progettazione esecutiva dell’adeguamento completo della struttura. Questo non vuol dire che non interveniamo quando c’è bisogno di lavori di manutenzione in alcuni tratti. Gli uffici tecnici, su mia richiesta, mi hanno rassicurato che non ci sono elementi tali da provvedere con interventi drastici. C’è la massima attenzione sul tema», conferma l’assessore. Un punto della situazione che conferma anche il sindaco che poi auspica che l’intervento possa finire nel capitolo mobilità del Pnrr. «L'infrastruttura è sicura. Costantemente provvediamo con interventi perché sappiamo che ha bisogno di una manutenzione periodica», spiega. «Adesso, dopo la parte progettuale, per l’intervento complessivo contiamo che l’opera possa confluire all’interno della lista di cantieri finanziati dal Pnrr, nella linea della mobilità», auspica Donati.

Domanda d’obbligo: e se il cavalcavia che scorre lungo Rosignano, non dovesse finire tra i cartelli “work in progress” finanziati? Su questo il sindaco è sicuro: «Noi ci proveremo, con adeguata progettazione, nel caso cercheremo di trovare altre linee di finanziamento oppure provvederemo direttamente con risorse del municipio».

© RIPRODUZIONE RISERVATA