Castagneto, pizzaiolo ubriaco denunciato per un coltello

Uno scorcio di via Vittorio Emanuele in una foto d'archivio

L’uomo avrebbe provocato i clienti di un locale nel borgo. Ha ferite che non ha saputo spiegare, prognosi di 15 giorni

CASTAGNETO. Potrebbe essersi ferito da solo. Lui non lo ricorda. Ai soccorritori e ai carabinieri non è stato in grado di spiegare l’accaduto. Quando arrivano sul posto lo trovano in preda ai fumi dell’alcool, talmente ubriaco da non avere la cognizione dello spazio e del tempo. Intanto per le ferite riportate, si tratta di alcuni tagli, ha avuto una prognosi di 15 giorni ma deve rispondere del reato di porto abusivo d’armi. Protagonista un pizzaiolo di 33 anni, che lavora in un locale del borgo, denunciato dai militari dell’Arma.

La vicenda che ha animato e scosso la tranquillità di una sera di fine estate nel centro storico di Castagneto Carducci, con il fuggi fuggi di chi si trovava in via Vittorio Emanuele a tarda sera l’8 settembre, è al centro di approfondimenti. Si tratta di ricostruire, anche acquisendo testimonianze, quanto accaduto.


Al di là del riserbo di chi indaga, gli accertamenti sono affidati ai militari della stazione di Castagneto Carducci, è certo che è stato sequestrato un coltello. Si tratta di una lama seghettata della lunghezza di 32 centimetri che il pizzaiolo ha abbandonato in strada. Il tutto dopo aver provocato alcuni avventori di un locale in via Vittorio Emanuele, a cui è seguita una colluttazione con i titolari dell’esercizio. A quel punto il pizzaiolo si sarebbe allontanato, abbandonando il coltello. Sul posto sono arrivati i carabinieri allertati da chi ha assistito alla scena ed è stato richiesto l’invio di un’ambulanza alla centrale operativa del 118. Da quanto ricostruito dai carabinieri in queste prime fasi dell’indagine l’uomo alterato dall’alcol avrebbe provocato gli avventori e successivamente avrebbe avuto una colluttazione con i titolari dell’esercizio. Per poi allontanarsi e abbandonare il coltello, che è stato messo sotto sequestro. Il pizzaiolo è stato denunciato in stato di libertà.

© RIPRODUZIONE RISERVATA