Contenuto riservato agli abbonati

Sprint dei pediatri a Rosignano per iniziare i vaccini: i medici chiameranno i piccoli pazienti

Si parte la prossima settimana: prima chi ha fatto richiesta, poi saranno contattate direttamente le famiglie

ROSIGNANO. Le vaccinazioni anti Covid agli adolescenti da parte dei pediatri inizieranno la prossima settimana. E per gli appuntamenti ci sono due binari: la chiamata delle famiglie ai pediatri e, viceversa, la chiamata dei pediatri alle famiglie. A seconda dei casi. Il dottor Paolo Biasci, presidente della federazione italiana medici pediatri con ambulatorio a Livorno, dice che «stiamo ricevendo diverse telefonate di genitori che chiedono di fissare l'appuntamento - spiega - Poi può darsi che in una fase successiva si passi anche alla chiamata attiva». I medici che hanno già persone interessate a vaccinarsi, dunque, inizieranno con quelle.

Ricordiamo che gli adolescenti (tra i 12 e i 15 anni) che vogliono vaccinarsi contro il Covid, col consenso dei genitori, hanno due scelte: possono prenotarsi come tutti gli altri sul portale regionale oppure possono far riferimento ai propri pediatri. Nel primo caso le registrazioni sono aperte da qualche giorno e c’è chi è già riuscito a ricevere la prima dose col last minute. Nel secondo caso, invece, le somministrazioni prenderanno il via la prossima settimana. Anche a Rosignano.


A ROSIGNANO

Il dottor Marco Gucci, per esempio, inizierà giovedì 12, mentre la dottoressa Patrizia Tamburini la prossima settimana è in ferie, quindi comincerà dopo Ferragosto. Per quanto riguarda invece gli altri medici con ambulatorio in via Berlinguer, a Rosignano Solvay (la dottoressa Martina Bizzi e la dottoressa Paola Maria Novelli) Il Tirreno ha provato a contattarle ieri per chiedere informazioni ma, per ferie o altri motivi, non erano al lavoro negli ambulatori.

Del resto la dottoressa Tamburini ha spiegato che «ci stiamo organizzando, perché in questo momento c'è qualche collega in ferie». Insomma, qualcuno inizierà a vaccinare prima, qualcuno dopo. Ma l’organizzazione sarà molto simile, sia perché i quattro pediatri hanno gli ambulatori nel medesimo luogo, sia perché la procedura dovrà seguire la normativa, che è uguale per tutti.

CHIAMARE IL PEDIATRA

Il dottor Biasci, che inizierà a vaccinare mercoledì prossimo, dice le famiglie dei pazienti stanno contattando i pediatri per chiedere di registrare l’appuntamento per il vaccino. «Man mano che riceviamo queste telefonate fissiamo gli appuntamenti per la prima e la seconda dose». E così avviene un po’ ovunque. A Cecina, per esempio, la dottoressa Elisa Volterrani spiega che «inizieremo a ricontattare le famiglie che ci hanno già chiamato per chiedere informazioni. E nella seconda settimana di agosto cominceremo con le somministrazioni. Se le famiglie vogliono contattarci per prendere appuntamento possono farlo tranquillamente».

IL PEDIATRA CHE CHIAMA

Altra possibilità, laddove non ci fossero prenotazioni dirette, è la chiamata attiva. Sarà cioè il pediatra a contattare le famiglie dei giovanissimi che non risultano ancora vaccinati. «Abbiamo già scaricato tutti i nomi dei nostri pazienti inseriti in quella fascia d’età (12/15 anni ndr). E ci muoveremo per telefonare a chi non si è ancora prenotato sul portale regionale - spiega la dottoressa Tamburini - Personalmente credo che procederò in ordine decrescente d’età, iniziando a telefonare alle famiglie dei ragazzi più grandi per poi scendere». In tutto questo, oltre a incrociare i dati e a telefonare alle famiglie, i pediatri dovranno provvedere a ordinare le dosi (che saranno di Pfizer o Moderna) e a ritirarle in farmacia. Proprio come hanno fatto i dottori di medicina generale quando hanno vaccinato i loro pazienti over 80. Ma in più, trattandosi di minori, in questo caso c’è bisogno che ci sia il consenso dei genitori. «È un lavoro immenso - dice Tamburini - dal punto di vista organizzativo e professionale, ma facciamo vaccini dal 2015, il nostro personale è formato e siamo pronti. Ci gestiremo come gruppo, siamo quattro pediatri, in base alle dosi che ci arrivano. Io inizierò dopo il 15 agosto». Il dottor Marco Gucci spiega invece che comincerà «dal 12 agosto». Insomma, ci siamo quasi. —

© RIPRODUZIONE RISERVATA