Contenuto riservato agli abbonati

Risorge l’ex cinema di Portovecchio: «Il cantiere ripartirà a metà settembre»

Il cantiere dell’ex cinema di Portovecchio, fermo da due anni

La nuova proprietà: «I lavori già affidati alla ditta Arena. Lo stabile pronto fra dieci mesi, compresa la sala cinematografica»

CASTIGLIONCELLO. I dettagli dell’acquisto sono stati definiti. Così da metà settembre partirà l’intervento per portare a termine la realizzazione della struttura prevista al posto dell’ex cinema di Castiglioncello. Un intervento che la proprietà conta di terminare entro la fine di giugno 2022. In modo che appartamenti e negozi possano essere acquistati o dati in affitto, e che la sala cinematografica torni in funzione.

La primavera scorsa la notizia che ad aggiudicarsi all’asta l’immobile, portato fino al tetto da una precedente società e poi andato all’asta, era l’impresa Astagest, del gruppo Gest Sea. Una società di Pontedera che fa capo a Stefano Susini, presidente della squadra di calcio Sextum Bientina, e al geometra Maurizio Nieri. Da aprile la nuova proprietà ha portato a termine l’iter burocratico relativo all’acquisizione, riprendendo in mano il progetto di riutilizzo dell’edificio che, fino al 2010, ha ospitato lo storico cinema di Portovecchio, all’incrocio tra la via Aurelia e via Leopardi. Nei giorni scorsi è stata individuata l’impresa edile che farà i lavori.


«L’intervento – spiega Susini – viene fatto dall’impresa Arena, di Rosignano, mentre per gli impianti ci avvaliamo di ditte dell’entroterra. Il lavoro partirà il 15 settembre, dato che avviare un cantiere nel mese di agosto risulta impossibile. Quella zona è turistica, non è pensabile ingombrare con macchinari e disturbare le vacanze ai turisti. Abbiamo fatto un calendario dell’intervento e per l’avvio della prossima estate la struttura sarà pronta».

Quanto al risultato, Susini spiega che il progetto resta sostanzialmente lo stesso: «Al piano terra cinque locali, destinati sia a fondi commerciali che a uffici. Al primo piano tre appartamenti e al piano attico un altro appartamento più grande. Nel seminterrato ci sono anche 14 posti auto». Poi, sul versante mare dell’immobile, con ingresso al piano terreno e sala seminterrata, è previsto il cinema, che potrà ospitare 140 spettatori. «Per il cinema – dice ancora Susini – chiederemo a una piccola variante. Vorremmo infatti l’ingresso direttamente sulla via Aurelia e non di lato, su via Leopardi. Ci sembra che in questo modo l’ingresso alla sala cinematografica potrebbe essere meno nascosto».

Così, da settembre, prenderà il via quella che dovrebbe essere la fase conclusiva della ristrutturazione dell’ex cinema. Un intervento partito nel 2017, che doveva essere terminato nell’arco di due anni. Poi il blocco del cantiere e il fallimento della precedente società proprietaria dell’edificio, che in tanto era stato portato al grezzo.

Ecco che l’ex cinema è andato all’asta, che ha visto la società pontederese aggiudicarsi l’edificio per 780mila euro. Gli appartamenti, una volta conclusi i valori, saranno messi in vendita, mentre per i negozi e uffici è possibile sia l’affitto che la vendita. Infine, l’intenzione della Astagest è quella di restare proprietaria della sala cinematografica, con l’obbiettivo però di affidarla a un gestore che sia in grado di valorizzarne le potenzialità. —

© RIPRODUZIONE RISERVATA