Contenuto riservato agli abbonati

DPiù al via, ecco gli altri piani per il maxi centro delle Morelline

Finiti i lavori del lotto A, attesa per i cantieri del lotto B. Pellegrini (amministratore): «Assunti 20 addetti del luogo»

ROSIGNANO. Da una parte l’edificio completo, con l’azienda già insediata e l’inaugurazione alle porte. Dall’altra una grande rappresentazione grafica del centro commerciale che sarà, a troneggiare in quella che attende di diventare un’area di cantiere. “Centro fonte Acquaiola” si legge nel grande poster sistemato al di là delle recinzioni. Siamo a Rosignano Solvay, in zona Morelline. Un’area da tempo destinata a diventare il centro commerciale che pian piano sta prendendo forma.

SUPERMERCATO AL VIA


In quello che costituisce il lotto A dei terreni c’è l’edificio che accoglie il supermercato DPiù. Qui è tutto pronto. «Inaugureremo il 15 (domani ndr) - dice Massimiliano Pellegrini, amministratore della società Labro Gest srl, che gestisce i punti vendita affiliati al marchio DPiù presenti a Livorno e Cecina - E sono molto soddisfatto perché credo che abbiamo realizzato un bel progetto. Dentro ci sono anche un bar e un ristorante e fuori sono a disposizione 150 posti auto». E per inaugurare il supermercato, spiega Pellegrini, sono state assunte più di venti persone, «quasi tutte della zona».

20 NEGOZI E UFFICI

Se l’edificio del lotto A è completato nel lotto B c’è attesa per l’inizio dei lavori. La partenza in un primo momento era prevista per il maggio del 2021 ma poi ci sono stati dei rallentamenti burocratici. La società di costruzioni che ha in mano i cantieri, la Building, deve fare gli ultimi passaggi per ottenere tutti i documenti. Ma il progetto è chiaro e definito, come già anticipato tempo fa dal Tirreno. Qui, comunque, sarà costruito un grande palazzo, che si intravede nella rappresentazione grafica nella foto a destra.

La struttura potrà ospitare una ventina di negozi e vari uffici. Come spesso accade in questi casi dai costruttori c’è massimo riserbo per quanto riguarda le attività commerciali che si insedieranno nel palazzo. Perché prima di comunicare i nomi si attende la chiusura dei contratti. Ci sono state, tra le altre, delle trattative con esercizi che si occupano di oggetti per la casa e di servizi finanziari. I piani alti, invece, saranno riservati agli uffici. E il tutto sarà circondato da una serie di parcheggi.

UN TERRENO EX SOLVAY

Quella in questione, lo ricordiamo, in origine era un’area di proprietà della Solvay poi acquistata dalla società rosignanese Building che ha puntato sulla nascita del primo maxi centro commerciale di Rosignano tra i quartieri delle Pescine e delle Morelline, all’incrocio fra via Filidei e via del Mondiglio. In questo progetto, oltre all’edificio del DPiù e a quello che sarà costruito prossimamente, è incluso anche un terzo edificio, dove attualmente c’è il supermercato Lidl.

Il tutto per 4mila metri quadrati complessivi di superficie. Di come sarà la terza e ultima parte dell’area commerciale alle Morelline una volta composti tutti i tasselli per adesso c’è un disegno. Ma qualcosa comincia a prendere forma. «Personalmente sono contento di come si è sviluppato il progetto», ribadisce l’amministratore della società Labro Gest srl Massimiliano Pellegrini. Anche perché, in questo caso, manca davvero solo un passaggio: il taglio del nastro. —

© RIPRODUZIONE RISERVATA