Arrestato alla stazione di Cecina con la valigia piena di hashish e cocaina

Il sequestro dei carabinieri

Livorno: l'uomo, un italiano di 42 anni, era appena sceso da un treno Intercity. Nel trolley anche 30 cinture e 20 profumi contraffatti

CECINA. Era appena sceso in stazione dall'Intercity arrivato da Roma. Con sé una valigia, al cui interno nascondeva circa 500 grammi di hashish, cinque di cocaina e nei pantaloni altri cinque di hashish. I carabinieri del nucleo operativo e radiomobile della Compagnia di Cecina, diretta dal capitano Christian Bottacci, poco dopo le 22 di giovedì 10 giugno hanno arrestato per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti un quarantaduenne napoletano.
 
I militari si sono insospettiti dopo che l'uomo non ha saputo spiegare loro il motivo della visita a Cecina, fra l'altro a circa due ore dall'inizio del coprifuoco. "Si è dimostrato evasivo", ha riassunto in una nota l'Arma. Così, dopo averlo identificato scoprendo che a suo carico aveva avuto alcuni precedenti penali, hanno deciso di perquisirlo. Trovandogli addosso la droga e portandolo in caserma per accertamenti.
 
Oltre agli stupefacenti nel trolley i militari hanno trovato e sequestrato 30 cinture e 20 confezioni di profumo. Si tratta - così ha confermato lo stesso quarantaduenne - di prodotti contraffatti, anche se in apparenza ben realizzati, e in grado di indurre in inganno gli eventuali acquirenti. Per lui, oltre all'arresto per spaccio, è scattata quindi anche la denuncia per aver avuto con sé i prodotti contraffatti