Contenuto riservato agli abbonati

Sette vigili studiano da piloti di droni: «Così potremo monitorare le spiagge»

Una veduta dall’alto di Rosignano e delle Spiagge Bianche in una foto d’archivio

Rosignano, l’apparecchio in dotazione alla municipale fino a ora è usato per la protezione civile. Il sindaco: «È uno strumento in più»

ROSIGNANO. Non solo strumenti di protezione civile, ma anche apparecchi utili a monitorare la costa, da Castiglioncello in giù, passando per le Spiagge Bianche e per il litorale di Rosignano Solvay. È anche per il controllo del territorio che sette agenti di polizia municipale, come confermano dal comando dei vigili urbani, stanno frequentando il corso per diventare piloti di droni. «Lo scorso anno abbiamo utilizzato il drone per i servizi di protezione civile - ha spiegato il sindaco di Rosignano Daniele Donati - Adesso i vigili stanno facendo i corsi per usarlo anche con funzioni di controllo dall’alto sulle spiagge». Chiaramente, dopo il corso, i vigili coinvolti dovranno sostenere l’esame per ottenere la patente. Poi potranno pilotare il drone.

Spiagge dall’alto


E lo strumento, nelle intenzioni, sarà fatto volare anche lungo la linea di costa, per controllare il litorale. L’idea è nata contestualmente all’emergenza Covid, ma potrebbe essere messa in atto anche successivamente, sperando che la curva dei contagi non torni a risalire. E mentre i vigili urbani studiano da piloti di droni, il Comune di Rosignano Marittimo è già in contatto con i vigili del fuoco e con la Pubblica Assistenza di Rosignano per ripetere l’esperienza dell’anno scorso sulle Spiagge Bianche, quando è stato organizzato un presidio congiunto sul litorale del Lillatro. E l’idea è quella di ripetere l’esperienza anche quest’estate.

Al Lillatro

Pare che l’accordo tra le varie parti coinvolte sia ancora in fase di definizione, ma l’amministrazione ha già preso contatti con i vigili del fuoco e con la Pubblica Assistenza di Rosignano Marittimo. Lo scorso anno, lo ricordiamo, al Lillatro c’erano anche i cani bagnino. E tutti si sono coordinati con gli assistenti ai bagnanti della Virtus Buonconvento, società che si è occupata di gestire il servizio di salvataggio in zona. Pare dunque che la direzione sia la stessa anche per la stagione 2021. Mancherebbero solo gli ultimi passaggi.

Servizi municipale

Tornando invece alla polizia municipale, oltre al pilotare droni, gli agenti saranno impiegati anche nei servizio notturni di ordine pubblico, che svolgeranno, come lo scorso anno, «in maniera coordinata con le altre forze dell’ordine», dice Daniele Donati. E intorno alla metà giugno, quindi tra non molto, inizierà anche la campagna volta a intensificare i controlli sui motorini.

Per circa un mese, infatti, i vigili saranno impegnati a verificare il corretto utilizzo degli scooter. Verificheranno la giusta omologazione dei motorini, l’efficienza delle frecce e delle luci, oltre che il rispetto dei limiti di velocità dei conducenti. I controlli saranno effettuati anche da vigili in borghese. In vista dell’estate, dunque, la municipale sarà impiegata su più fronti. In attesa di far volare il drone sulla linea di costa. —

© RIPRODUZIONE RISERVATA