Spaccio a Rosignano «Tra le sei postazioni ci sono le Banditelle»

ROSIGNANO. Non “Paperopoli” ma “Le Banditelle”. È questo il nome corretto di una delle sei postazioni dove per anni è avvenuto lo spaccio di cocaina nei boschi di Rosignano. Un’inchiesta che lunedì ha portato alla condanna di cinque spacciatori. A precisarlo la nostra lettrice Daniela Burgalassi titolare in quella zona del B&B chiamato proprio “Paperopoli”.

«Nell’edizione di martedì 20 aprile a pagina IX, in cronaca di Rosignano – scrive – per quello che riguarda il servizio sullo spaccio di cocaina nei boschi di Rosignano vengono indicate le località dove avveniva tale delittuosa operazione. Tra queste quella nel Comune di Castellina Marittima denominata Paperopoli in via del Commercio in direzione Sud. Si è trattato – aggiunge – sicuramente di un errore involontario. Paperopoli – spiega la titolare del B&B affittacamere – è solo la denominazione dell’abitazione della sottoscritta dove insiste in B&B in esercizio da alcuni anni. L’esatta denominazione della località, all’interno della quale avveniva lo spaccio di droga, è esattamente località “Le Banditelle”». Dunque la corretta denominazione delle sei postazioni è la seguente: Tre nel Comune di Rosignano Marittimo (Casotto/Casottino, Fontino e Le Lastre), una a Castellina Marittima, denominata “Le Banditelle”, un’altra a Santa Luce sempre su via del Commercio, in direzione nord denominata Pomaia e l’ultima a Montescudaio lungo la strada provinciale “ Dei 3 Comuni”. Ci scusiamo dell’errore con i lettori e con l’interessata. —