Basket Cecina, tutta la squadra messa in quarantena dopo i cinque tamponi positivi

Giocatori e staff della Sintecnica dovranno rimanere in isolamento almeno fino al 12 aprile. Il coach: «Una volta negativizzati, i ragazzi saranno sottoposti ad altri controlli»


CECINA. La comunicazione (annunciata) dell’Asl Toscana nord ovest è arrivata giovedì sera, intorno allora di cena. Così, dopo qualche giorno di isolamento fiduciario, la Sintecnica Basket Cecina – squadra militante nel campionato di basket Serie B – è stata posta in quarantena in seguito all’accertamento di cinque casi (quattro giocatori e un membro dello staff tecnico, tutti asintomatici o lievemente sintomatici…) di positività al coronavirus.

In casa rossoblù l’allarme era scattato lunedì mattina, quando un elemento del roster aveva informato coach Roberto Russo di non sentirsi in perfetta forma e di soffrire di qualche sintomo tipico del Covid. Il risultato del tampone non ha lasciato scampo: positivo. E a ruota, come detto, altri quattro ragazzi sono finiti nella ragnatela, con il derivante inizio della quarantena.

Ufficialmente, secondo quanto riportato nella mail spedita dall’Asl a tutti i componenti del gruppo squadra della Sintecnica Basket Cecina, l’isolamento terminerà venerdì 16 aprile (ovvero a distanza di 14 giorni dall’ultimo contatto stretto con un positivo), oppure il 12 aprile in presenza di un test molecolare o antigenico negativo.

Il tutto, nella speranza che il maledetto virus svanisca con il passare dei giorni e che il nuovo giro di tamponi, previsto appunto nel corso della prossima settimana, non confermi nessuna positività, permettendo di fatto al Basket Cecina di tornare in palestra.

Prima, però, si dovranno anche espletare tutte le varie procedure relative alle visite medico sportive: un atleta positivo al Covid rimane infatti automaticamente sprovvisto di idoneità ed è costretto, una volta negativizzato, a ripetere l’iter classico, a cui va aggiunta una serie esami specifici e costosi: «In tal senso – ha tenuto a precisare coach Roberto Russo – ci siamo già mossi, grazie al consueto e puntuale lavoro del direttore sportivo Paolo Elmi. Non appena i tamponi daranno esito negativo, i ragazzi si sottoporranno ai vari controlli».

Il capo allenatore della Sintecnica, livornese doc, si è detto molto dispiaciuto della situazione che si è venuta a creare: «Fino a oggi tutto era filato liscio, nonostante nel nostro girone ci fossero stati, e ci siano tutt’ora, diversi casi. Abbiamo sempre cercato di prestare la massima attenzione, ripetendo ai ragazzi di essere ligi ai protocolli e alle regole…».

Sotto l’aspetto prettamente sportivo – con il rinvio della partita di domenica con Oleggio e della successiva trasferta Omegna (18 aprile) – Cecina sarà poi vincolata a un tour de force di 5 partite da disputare entro il 9 maggio (data ufficiosa).

A quel punto è ipotizzabile che Lega Nazionale Pallacanestro decida di posticipare l’inizio dei playoff e dei playout. Ma del resto che fosse una stagione difficile, e per certi versi anche falsata, lo si sapeva fin dall’inizio. —

© RIPRODUZIONE RISERVATA