Quattro amici sulla stessa auto, tutti residenti in Comuni diversi: multe per 2.133 euro

Controlli dei carabinieri di Cecina (foto d'archivio)

Cecina: tre ragazzi abitano a Chianni, Guardistallo e Bolgheri. Sanzionato il ventiduenne cecinese con loro per assembramento. E a Castiglioncello in due sono senza mascherina

CECINA. Erano in quattro su un’auto a Marina di Cecina, all’inizio di viale della Repubblica. Ben 2.133 euro in totale di sanzioni (in forma ridotta si possono pagare con 1.493 euro) da parte dei carabinieri, alle 16 di domenica 28 marzo, sul lungomare. Colti in violazione della “zona arancione” – la “rossa” è subentrata soltanto lunedì 29 – quattro ragazzi.

Sono un ventottenne di Guardistallo, un ventiseienne di Chianni (entrambi i Comuni sono in provincia di Pisa), un sedicenne di Bolgheri e un ventiduenne di Cecina. I primi tre sono stati multati perché arrivati da altri Comuni, il quarto perché ha comunque provocato un assembramento a bordo del mezzo, quindi poco importa che sia l’unico residente in città e l’unico ad avere teoricamente titolo a starsene sul lungomare.

La sanzione è aggravata di un terzo (533,33 euro) in quanto tutti e quattro erano su una macchina, cosa proibita dal decreto anti-coronavirus, ma entro cinque giorni potrà comunque essere pagata in forma ridotta con 373,33 euro.


Il controllo è stato effettuato dai carabinieri della Compagnia di Cecina, diretti dal capitano Christian Bottacci, con i militari della stazione cittadina. Sempre gli uomini dell’Arma, in questo caso i colleghi della caserma di Castiglioncello, venerdì scorso hanno sanzionato un trentacinquenne cecinese e una trentenne di Rosignano Solvay che si trovavano in via della Cava senza mascherina. La multa è scattata per entrambi: sia per il cecinese che comunque avrebbe dovuto rimanere nel suo Comune, sia per la trentenne che era in giro senza indossare i dispositivi di protezione individuale.