Cecina zona rossa, novemila tamponi gratuiti per i residenti: è corsa alle prenotazioni

Pronti 260 test rapidi per le elementari Marconi di Palazzi. Martedì si comincia a Marina per tutti: ecco come prenotarsi

Cecina. Parte oggi, con un anticipo dedicato alle scuole, lo screening "Territori sicuri", ed è già corsa per prenotare il tampone. In tutto sono novemila tamponi gratuiti, antigenici di ultima generazione (che testano anche le eventuali varianti) messi a disposizione dalla Regione e dall’Ars per la “mappatura” dei residenti e degli studenti.

Oggi e domani le scuole Marconi

Si comincia stamani sabato 27 febbraio, alle 9, nella sede della Pubblica assistenza di Cecina, che ha messo a disposizione personale e locali, dove saranno effettuati i test rapidi agli alunni delle scuole elementari Marconi di Palazzi. Stamani e domani pomeriggio saranno effettuati 262 tamponi, acquistati dal Comune di Cecina. Prima fase dunque, organizzata dall’amministrazione lacale, rivolta a studenti e personale delle scuole Marconi, chiuse con un'ordinanza del sindaco Lippi da lunedì 22 febbraio per la presenza di una decina di casi di Covid, distribuiti tra insegnanti, studenti, personale Ata e genitori. Le famiglie saranno contattate dalla scuola e sarà loro offerta la possibilità di effettuare un tampone antigenico rapido, il cui costo è coperto dal Comune, allo scopo di “quantificare” la diffusione del virus e poter così programmare il ritorno alla didattica in presenza.

martedì parte

Lo screening generale

Da martedì 2 marzo lo screening è aperto a tutta la popolazione e si avvale di personale volontario reclutato dal Comune, che integra il personale messo a disposizione dall'Asl e dalla Regione. Ieri mattina si è svolta un riunione operativa per mettere a punto i dettagli dell’operazione di screening Territori sicuri, organizzata da Comune di Cecina, Regione Toscana e Azienda Usl Nord Ovest, con la collaborazione di Anci, Ars e associazioni di volontariato.Martedì prenderà il via la campagna di screening Territori Sicuri, aperta a tutta la popolazione cecinese e agli studenti che frequentano le scuole cecinesi, anche se non sono residenti. «È la prima volta – sottolinea il sindaco Samuele Lippi – che in Toscana viene fatta un’operazione di questa portata. La partecipazione è su base volontaria, ma l’invito è a un’adesione il più ampia possibile. In particolare mi rivolgo a tutti i cittadini over 50, dal momento che i dati, anche su segnalazione dell’Ars, ci parlano di una forte diffusione del virus nel nostro territorio nella fascia di età più alta. Rinnovo anche l’appello a quanti, tra i sanitari, possono mettere a disposizione in modo volontario tempo per collaborare alle operazioni: abbiamo già ricevuto delle adesioni e ringrazio quanti hanno dato la loro disponibilità».

Come prenotarsi o fare i volontari

Per offrirsi volontari, medici e infermieri possono scrivere alla mail unitacrisi@comune.cecina.li.it. Lo screening sulla popolazione verrà effettuato a partire dal prossimo martedì, 2 marzo, e durerà almeno fino a sabato 6 marzo, dalle ore 9 alle 13 e dalle 14 alle 18, nel parcheggio ex vivaio della Forestale, lungo viale Galliano a Marina di Cecina, dove saranno allestiti sei percorsi attivi in contemporanea, con 12 persone in turno.

Non è un drive through

I cittadini dovranno recarsi ai gazebi e alle postazioni mobili a piedi. Saranno organizzate sei linee per l’effettuazione dei test, organizzate per 1440 tamponi al giorno. I tamponi saranno di tipo antigenico e molecolare, e saranno tutti inviati in laboratorio, attivato anche in orario notturno, per la ricerca del virus e delle sue varianti.

Le regole per studenti e professori

I cittadini possono prenotarsi attraverso il link www.territorisanita.toscana.it (cliccando sull’opzione “Cecina”). Per la prenotazione è necessario inserire nome, cognome, cellulare e codice fiscale. Il giorno del test sarà poi necessario presentare documento di identità e tessera sanitaria. I referti saranno poi progressivamente disponibili sul portale regionale apposito (referticovid.sanita.tosca.it) e sul proprio fascicolo sanitario elettronico. Una linea sarà interamente dedicata alla scuola e rivolta agli studenti e agli insegnanti di Cecina (che vivono e studiano nel comune, che risiedono qui ma studiano altrove, che risiedono altrove ma studiano nel comune). —

© RIPRODUZIONE RISERVATA