La scuola Rodari di Cecina sceglie di “costruire la gentilezza”: ecco i racconti dei bambini

Il 4 febbraio dalle 19 alle 21 saranno protagonisti su Radio Ivrea con la maestra Cecilia Incagli, referente del progetto

CECINA. La chiamano la “rivoluzione della gentilezza”. E parte dai bambini e dagli insegnanti delle scuole primarie. L’idea è nata in Giappone già nel 1988 e da allora si è diffusa in tutto il mondo: in Italia è stata raccolta da Luca Nardi, un insegnante piemontese di scienze motorie esperto di “giochi etici”, che ha fondato l’associazione “Cor et amor”, la rete gentile di Ivrea. Una scelta, quella di “costruire gentilezza” che è approdata anche a Cecina, al Primo Circolo didattico, dove la direttrice Anna Morvillo ha aderito all’iniziativa. Referente per le insegnanti la maestra Cecilia Incagli, che da quest’anno insegna alle elementari Rodari. E nella scuola che porta il nome del grande pedagogista e scrittore tutte le classi hanno aderito al progetto gentile. I bambini sono stati invitati a raccontare un episodio di gentilezza di cui sono stati protagonisti o al quale hanno assistito nella propria scuola.

Il progetto ha un prologo in un’altra scuola della zona, la “ Mario Lodi” di Guardistallo, dove l’anno scorso la maestra Fiorella Santarelli, insegnante per la gentilezza, ha vinto il concorso nazionale della rete italiana di docenti dediti, appunto, alla gentilezza. Gentilezza è cortesia, buona educazione. Dire grazie, per favore, prego, scusa. Ma è anche e soprattutto empatia, condivisione, generosità. È disponibilità con e verso gli altri, in modo disinteressato. “Nessun atto di gentilezza, per piccolo che sia è mai sprecato” dice Esopo.


I piccoli alunni della Rodari sono stati invitati a raccontare una storia gentile, e con le loro storie saranno protagonisti della puntata di giovedì 4 febbraio su Radio Spazio Ivrea, una radio web che dedica uno spazio al progetto di Nardi, che farà da moderatore. Speaker Alessandra Militello, partecipano Asia Celibato e Cecilia Incagli come insegnante per la gentilezza. «Abbiamo aderito volentieri al progetto – spiega Incagli – che ha coinvolto tutta la scuola Rodari. Ai ragazzi abbiamo chiesto di raccontare un episodio che hanno visto o che li vede protagonisti, come prestare una gomma o una matita a un compagno o un insegnante. Cose semplici ma che li hanno colpiti, perché agli occhi di un bambino la gentilezza, la cortesia sono un fatto importante. L’obiettivo del progetto “costruire gentilezza” è quello di far sì che la gentilezza resti un tratto distintivo anche nei futuri adulti».

Alle Rodari tute le maestre hanno aderito. L’appuntamento è per il 4 febbraio su Radio Ivrea: www.radiospazioivrea.it, whatsapp 344 0132730. I genitori possono collegarsi da casa con i bambini per seguire la trasmissione. —

© RIPRODUZIONE RISERVATA