Bimbi al compleanno non autorizzato, multa da 400 euro per quattro genitori

Rosignano: i vigili ricevono una segnalazione, verificano e li trovano all’esterno di una casa dove si era svolta una festa 

ROSIGNANO. Multe a quattro genitori che sono andati a riprendere i figli minorenni a una festa di compleanno che si è svolta all’interno di una abitazione. Questo il caso più eclatante fra le sanzioni in materia di normative per il contenimento del Covid fatte dalla polizia municipale nel mese di dicembre. Un mese particolare, perché a fronte del fatto che il territorio era in zona arancione o rossa (sulla base dei decreti governativi che si sono susseguiti), con le feste natalizie tra i cittadini c’è stato maggior desiderio di spostamenti. E quindi maggior possibilità di incorrere in sanzioni.

Sette multe in un mese


La comandante della polizia municipale, Dalida Cosimi, spiega che nell’arco del mese di dicembre i vigili hanno fatto sette multe per mancato rispetto delle regole dettate dal Governo per contenere i contagi. Obbligo di indossare le mascherine, divieto di assembramento e divieto di organizzare pranzi, cene o feste di qualunque tipo che comportassero la presenza, in una abitazione, di un numero eccessivo di persone estranee oltre il nucleo familiare convivente. Queste le regole generiche previste anche per lo scorso dicembre. Oltre al divieto di spostamento da altri comuni, concesso soltanto a una persona per motivi di manutenzione di seconde case o imbarcazioni.

Multe al compleanno

Quattro i residenti che i vigili hanno “pizzicato” all’esterno di una abitazione. É successo a Rosignano Solvay nella prima quindicina di dicembre, quando la polizia municipale ha multato quattro genitori dopo averli trovati fuori da una casa, all’interno della quale era stata organizzata una festa per il compleanno di un bambino.

I vigili, impegnati dallo scorso marzo nell’attività di controllo del territorio per verificare il rispetto delle regole anti-Covid, hanno ricevuto «una segnalazione da alcuni cittadini, che hanno fatto presente come dentro una abitazione era in corso una festa di compleanno», spiega Cosimi. La polizia municipale è andata ad effettuare una verifica ed ha effettivamente riscontrato «all’esterno della casa, la presenza di quattro genitori che erano andati a riprendere i propri figli che avevano partecipato a questa festa di compleanno». Festa che, essendo in quel periodo la Toscana in zona arancione, non poteva svolgersi visto il divieto di assembramento all’interno delle abitazioni. Per loro è scattata la multa di 400 euro 280 euro se pagata entro cinque giorni lavorativi).

Spostamenti vietati

Tra le sette sanzioni fatte dalla polizia municipale per mancato rispetto delle normative anti-Covid, ce ne sono due riguardanti spostamenti non autorizzati. Nel dettaglio, «una pattuglia ha fermato un’automobile all’interno della quale c’erano tre persone. Tutti hanno addotto la motivazione di andare al porto Cala de’ Medici per effettuare manutenzione a una barca».

Il fatto è che l’imbarcazione è risultata essere di proprietà di uno soltanto dei tre uomini che erano a bordo dell’auto fermata. «Così – dice Cosimi – per gli altri due che in realtà non sarebbero potuti venire a Rosignano per accompagnare l’amico, è scattata la multa da 400 euro». Infine, l’ultimo verbale da 400 euro fatto a dicembre dalla polizia municipale è stato ad un supermercato della zona, che vendeva prodotti natalizi senza poterlo fare (sempre in base alle normative legate al contenimento del Covid). 


© RIPRODUZIONE RISERVATA