Contenuto riservato agli abbonati

Rea pronta al ritiro porta a porta sui colli e a Rosignano: «Sono previste 50 assunzioni»

Il presidente di Rea Stefano Piccoli

L’azienda cambia logo e apre tre sedi operative per avvicinarsi ai cittadini. Il presidente Piccoli annuncia «una fase di rafforzamento e nuovi servizi»

ROSIGNANO. Al via la raccolta porta a porta, che a metà dicembre partirà a Casale e Guardistallo e poi prima della prossima estate anche su tutto il territorio di Rosignano e a Collesalvetti. Questo l’obbiettivo di Rea, che propone un nuovo logo, che estrinseca una diversa filosofia aziendale, l’apertura di tre sedi operative e 50 assunzioni per far fronte, appunto, a un servizio capillare come è il porta a porta. Insomma Rea Rosignano energia ambiente cambia. E, se la ragione sociale dell’azienda resta invariata, il marchio diventa Rea Risorse ambientali, e parla di una società che punta a diventare soggetto di riferimento per le questioni inerenti rifiuti e ambiente. Ieri mattina la presentazione, chiaramente on line, del nuovo logo e della campagna di comunicazione che darà il via al ritiro porta a porta a porta.

«È un momento di transizione importante per Rea - spiega il presidente Stefano Piccoli - che mette in campo il passaggio da raccolta stradale a porta a porta. Ciò implicherà un rafforzamento del personale, con l’assunzione, nell’arco del 2021, di 50 persone a tempo indeterminato». Assunzioni rispetto alle quali Il Tirreno terrà aggiornati i lettori sulle modalità di presentazione delle domande. Sempre nell’ottica di avvicinarsi ai territori serviti, l’azienda aprirà tre sedi operative, a Cecina, Collesalvetti e Montecatini Val di Cecina. Ciò anche per ottimizzare i tempi di spostamento dei mezzi usati per il porta a porta nei territori più distanti da Rosignano, dove Rea ha la sua storica sede.


«Risulta fondamentale - chiarisce Piccoli - un rilancio complessivo dell’azienda in termini di credibilità legata all’efficienza dei servizi e in termini di messaggio ambientale: la raccolta differenziata, se partecipata con condivisione dai cittadini, è una reale conferma che ognuno di noi può dare un fattivo e determinante contributo allo sviluppo sostenibile». Come ha spiegato Cecilia Peccianti, responsabile comunicazione e formazione di Rea, i primi comuni che dal 14 dicembre passeranno al ritiro porta a porta sono Guardistallo e Casale. Successivamente, come detto, anche su tutto il territorio di Rosignano e a Collesalvetti. Anche Roger Bizzari,direttore tecnico dell’azienda, spiega che «è in atto un restyling dell’immagine di Rea, i cui operatori diventeranno maggiormente interattivi con il territorio. Con il porta a porta Rea sarà più presente lungo le strade, diventando un soggetto che fa consulenza per quanto riguarda i rifiuti».

Da qui la necessità di avviare una campagna di comunicazione, affidata all’agenzia grafica Zaki srl, di Stefano Pampaloni e Saverio Evangelista. «Lo slogan della campagna sarà - spiega Pamplanoni - “Differenzia con la testa”, nell’ottica di spiegare al cittadino che nella gestione della differenziazione dei rifiuti non è solo, Rea sarà a disposizione». Tanto che, termina Peccianti «a fine mese sarà disponibile il nuovo sito internet e l’azienda sta rafforzando tutti gli strumenti on line quali Facebook, Telegram e whatsapp, oltre alla già esistente APP ‘portaAPPorta REA’».