Rotatoria lungo via della Torre, l'annuncio della Provincia: «A Vada via ai lavori a inizio 2021»

Difficoltà amministrative relativamente allo spostamento del fosso Mozzicone hanno rallentato l’iter di realizzazione dell'opera

VADA. Difficoltà amministrative relativamente allo spostamento del fosso Mozzicone hanno rallentato l’iter di realizzazione della rotatoria sullo stradone della torre a Vada. Questa la comunicazione che la Provincia ha inviato alla Pro Loco, che ne giorni scorsi ha scritto alla presidente Marida Bessi per chiedere chiarimenti sulla mancata realizzazione dell’opera, che i cittadini attendono da oltre dieci ani. «In particolare - fa sapere la Provincia al presidente della Pro Loco, Roberto Creatini - abbiamo trovato difficoltà per l'autorizzazione da parte della Regione Toscana per il previsto spostamento del fosso Mozzicone alla quale dobbiamo inviare integrazioni di progettazione idraulica alla richiesta inviata nel mese di giugno».

«La provincia - spiega Creatini - ci ha comunicato che sta cercando di risolvere la presenza lungo lo stradone Belvedere di una condotta d'acqua in pressione in fibrocemento di grosso diametro (500 mm) che serve gli stabilimenti Solvay e che interferisce con le opere di regimazione delle acque meteoriche in corrispondenza della nuova rotatoria». L’ente provinciale ha scritto alla Pro Loco che «per verificare l'esatta posizione della condotta è previsto entro il mese di novembre un saggio da parte dell'impresa Slesa lungo l'intera larghezza della strada comunale, per rilevare anche la posizione di ulteriori sottoservizi di competenza Asa. «Ci hanno scritto che - termina Creatini - per quanto riguarda l'acquisizione delle aree sono in fase di conclusione gli accordi bonari con i quattro proprietari interessati. Si ritiene pertanto di poter dare inizio ai lavori nei primi mesi del nuovo anno, dopo l'acquisizione della suddetta autorizzazione da parte della Regione». —

 

La guida allo shopping del Gruppo Gedi