Quattro giovani indagati per la rissa accanto al Wimbi

Sono tre cecinesi e un ragazzo di Guardistallo: tutti intorno ai vent’anni. Il numero complessivo dei denunciati per le zuffe a Marina sale a tredici

Erano in parecchi quella notte sul viale della Vittoria, cecinesi e fiorentini. Volarono spintoni, botte, sedie, tavoli e altri oggetti non meglio identificati.

Adesso, a distanza di un mese, per quella rissa ci sono quattro indagati: tre sono cecinesi (due ventenni e un ragazzo di 19 anni), mentre uno, 22enne, è residente a Guardistallo. Per quanto riguarda l’identificazione dei fiorentini, è stata delegata la questura di Firenze, a cui è stato fornito tutto il materiale raccolto a Cecina. Arrivano dunque a una svolta le indagini avviate dalla polizia del commissariato di Cecina alla fine di maggio.


Quella avvenuta sul palcoscenico accanto al bar Wimbi nella notte tra sabato 30 e domenica 31, lo ricordiamo, è stata la prima rissa della stagione. Poi, purtroppo, i parapiglia a Marina di Cecina sono diventati l’appuntamento fisso del fine settimana.

Nel caso dei tafferugli al Wimbi i protagonisti della scazzottata si sono dileguati non appena hanno visto le volanti della polizia. Gli agenti hanno però lavorato sulle testimonianze e su alcuni video pubblicati sui social network. Da qui, sono riusciti a individuare quattro giovani, poi denunciati alla Procura.

Ma, a questo punto, riassumiamo brevemente lo stato di avanzamento delle indagini sulle altre quattro risse andate in scena a Marina nell’arco di appena un mese.

Due risse in pineta: 9 indagati

Ad essere stati identificati e denunciati sono alcuni dei giovani che hanno preso parte alla rissa in pineta avvenuta nella notte tra sabato 6 e domenica 7 giugno. Anzi, alle due risse: una poco dopo mezzanotte e l’altra intorno alle 4. Per il primo episodio sono stati denunciati tre cecinesi e un solvaino. Segnalato anche un minorenne. Per il secondo episodio, invece, sono partite quattro denunce: tre ai danni di cecinesi e una destinata ad un ragazzo di Volterra. In ogni caso si tratta di giovani di età compresa tra i 16 e i 24 anni.

Terrazza dei tirreni

Altro caso sulla Terrazza dei Tirreni nella notte tra il 18 e il 19 giugno. In quel caso ad azzuffarsi erano almeno in dieci e sembra che impugnassero anche dei bastoni, ma all’arrivo dei carabinieri della compagnia di Cecina sono tutti fuggiti in pineta. E, al momento, non risulta che ci siano identificati.

Rissa al mare

L’ultimo caso in ordine di tempo è quello avvenuto lo scorso fine settimana. Quella volta teatro della scazzottata è stata la viuzza tra la Donna di Cuori e il Settebello. La polizia ha individuato sei partecipanti e sta procedendo con ulteriori accertamenti. —
 

La guida allo shopping del Gruppo Gedi