Dalle aste giudiziarie a una nuova rinascita, ecco gli hotel ceduti e maxi edifici in vendita

Acquisiti da grandi o piccoli imprenditori, gli alberghi rialzano la testa. Ancora sul mercato le grandi strutture, ricettive e non

CECINA. Per parecchi anni quello che un tempo era l’hotel Lido è rimasto uno scheletro bianco. Poi la vendita all’asta e la rinascita: il prossimo 4 aprile funzionerà a pieno regime. Anche i nuovi proprietari di Hermitage e Varo Village, a Marina di Bibbona, puntano ad aprire i battenti entro l’estate. Il secondo, in realtà, non è mai rimasto chiuso, il primo invece sì. La proprietà dell’hotel Mediterraneo di Marina è cambiata a novembre 2019: l’obiettivo dei gestori, che sono rimasti gli stessi, è sistemare tutte le stanze in tempo per la stagione. Benvenuti nel mondo delle aste giudiziarie: da una parte c’è la disperazione di chi si è visto pignorato un immobile a causa di debiti o fallimenti societari. Dall’altra c’è chi compra, spesso al ribasso, ghiotte strutture. Attualmente in cerca di un nuovo proprietario sono l’ex discoteca Metropolis, il complesso turistico La Buca del Gatto e la fattoria di Poggio Gagliardo. . poggio gagliardo

L’ultimo tentativo di vendere la storica tenuta creata da Valter Surbone e pignorata nel 2014 è andato a vuoto il 18 dicembre. L’offerta minima presentabile era di circa 5 milioni e 700mila euro. Quella che attende una nuova proprietà è una fattoria estesa su 400 ettari tra Montescudaio, Guardistallo, Casale Marittimo, Riparbella e Cecina.


Buca del gatto

L’hotel La Buca del Gatto, a Cecina, risulta in vendita con una base d’asta di 3 milioni e 423mila euro. La struttura ricettiva esce da anni di gestioni fallimentari che hanno coinvolto la società Le Fontanelle, prima e la Marley, dopo.

Metropolis

Un altro edificio all’asta dal tribunale di Livorno è l’ex Metropolis di Marina. Siamo al tredicesimo tentativo di vendita e adesso il prezzo è stracciato: 704.709 euro. Correva l’anno 2009 quando ci fu il primo fallimento collegato all’ex discoteca. Con il tempo l’immobile è diventato preda del degrado, mentre le sue possibili destinazioni d’uso sono aumentati: non solo albergo, ma anche attività di commercio al dettaglio o legata a sporti, istruzione e spettacolo. Costa, lo ricordiamo, 74 euro al metro quadro.

Ex hotel lido

Altra storia all’ex hotel Lido di Marina, che adesso si chiama Palace Lido Hotel & Suites. Comprato all’asta per un milione e 85mila euro dalla Frc Srl, di cui è amministratore Federico Fulceri, il 4 aprile comincerà a lavorare a pieno regime. «Tra pochi giorni inizieremo i colloqui per i nuovi dipendenti», dice Federico Fulceri.

Ex hermitage

Ad aggiudicarsi l’Hermitage a Marina di Bibbona per 769.536 euro sono stati due piccoli imprenditori del territorio: Carla Moretti e Maurizio Viligiardi. «Attendiamo che siano chiuse tutte le pratiche», dice Moretti. L’obiettivo è aprire per l’estate, tanto che i proprietari stanno già accantonando parecchi curriculum per la prossima selezione del personale.

Varo village

Il Varo Village a Marina di Bibbona è invece andato a Uappala, che l’ha ottenuto al rialzo per 2 milioni e 336mila euro. Anche in questo caso l’obiettivo è aprire per l’estate.

La guida allo shopping del Gruppo Gedi