Una “casina dei libri”