Frabolo, la sua musica per Ale

L’artista firma un brano a sostegno dell’associazione cecinese

CECINA. Per Francesco Bolognesi, in arte Frabolo, il 2017 è pieno di novità. L’artista di San Pietro in Palazzi suona il piano, canta ed è creativo. Entro l’anno, se niente cambia, usciranno il nuovo album e alcuni singoli. Il protagonista di questa storia, però, ha già aggiunto al proprio percorso artistico la non comune collaborazione «nata dal cuore», racconta, con il sodalizio Sui passi di Ale.

La solidarietà è un rubinetto che disseta e mai allaga: per questo, a dicembre scorso, è uscito il videoclip “Venere di Cenere”, girato dal fondatore dell’associazione Giovanni Cavallini e interpretato dalla bellissima Olga Corolenco, anche lei di San Pietro in Palazzi. Il pezzo, in italiano, racconta la storia di una ragazza che si è persa nei labirinti della vita. Le immagini sono semplici e ben composte, com’è nello stile dell’autore. Il brano ha lanciato il disco sul mercato da marzo 2016 intitolato “Benvenuti a Fraboland”. Francesco lo canta e affida il ritornello alla voce della cecinese Eva Pizzinga, sua cara amica e presenza costante in molte produzioni. Non a caso l’ha cercata pure per “Ci sarai”, la canzone che chiude “Resilienza”, il Dvd regalato da questo quotidiano il giorno prima di Natale.

Musica e parole dedicate al bambino. «Ho conosciuto Rita e Giovanni Cavallini negli anni scorsi – racconta Bolognesi – e con loro ho stretto amicizia, iscrivendomi fino dal 2012 a Sui passi di Ale. Avevo già steso e inciso il brano, che Eva ha poi proposto alla famiglia Cavallini. Lo hanno ascoltato, è piaciuto perché è un inno alla vita. Così è nato l’omaggio al bimbo».

“Ci sarai” è una delle tracce di “All’improvviso”, lavoro discografico pubblicato in compact disc e digitale proprio cinque anni fa. A legare i due progetti è il filo sottile ma indissolubile della sensibilità presente in molti di noi. Frabolo è un artista pieno di umanità che ama il palcoscenico e la compagnia degli amici. Suona il pianoforte, studia il mondo dello spettacolo, lavora per costruirsi un futuro.

Il 2 dicembre, un mese e qualche giorno fa, l’artista originario di San Pietro in Palazzi ha strappato il premio nella categoria dei rapper al Tour Music Fest, un festival per artisti emergenti a tappe con finale al famoso Piper di Roma. Dove Francesco Bolognesi e il deejay di Palazzi Martin Dr Noise Casedda, che lo accompagna nelle esibizioni dal vivo, ha vinto con “Yo volo”. Il titolo è un richiamo al rap, altra sua passione, apprezzato dalla critica e pronto nei prossimi mesi al debutto da singolo sul mercato, con l’obiettivo di ottenere visibilità e consenso.

Intanto, il video “Venere di Cenere”, arrivato a oltre 24.000 visualizzazioni dall’11 dicembre a oggi, è divenuto il biglietto da visita del nostro concittadino. Orgoglioso di stringere la mano a Giovanni Cavallini e ai soci del sodalizio in nome e per esclusivo conto della solidarietà.

Michele Falorni