Dopo l’addio dell’Università, il giallo di villa Celestina

Nessuna convenzione con l’ateneo pisano, computer e microscopi abbandonati alla polvere. Da capire la futura destinazione del complesso che spesso resta chiuso