Profilattici e alcoltest gratis distribuiti sulla Terrazza dei Tirreni a Marina di Cecina

L'idea rientra nel piano "Operatori di strada". Il sindaco Lippi: «Da questo fine settimana attivo il gazebo con gli assistenti sociali»

CECINA. A Marina di Cecina c'è l'esordio del gazebo in Terrazza dei Tirreni per sensibilizzare i giovani sul tema dell'alcol e delle sostanza stupefacenti. Arrivano cioè gli assistenti sociali e lo psicologo in modalità "non borghese". E saranno anche distribuiti gratuitamente profilattici e alcol test a chi ne farà richiesta. Il progetto si chiama operatori di strada e il sindaco Samuele Lippi assicura: «Il gazebo sarà posizionato già da stasera (ieri sera ndr)». l'ideaRicordiamo che l'idea degli operatori di strada nasce da una mozione presentata da Chiara Tenerini (Forza Italia) e approvata all'unanimità dal consiglio comunale. Il progetto prevede l'impiego di quattro assistenti sociali e di uno psicologo sul viale della Vittoria per ascoltare i problemi dei giovani. Nella prima parte del progetto gli operatori si sono mossi tra la gente in borghese. Adesso, invece, escono allo scoperto. «È un'iniziativa in cui ho creduto fin dal primo momento - spiega il sindaco - Mi sembra un approccio giusto e corretto ed è bello che sia stato condiviso da tutte le forze politiche in consiglio comunale. È uno strumento si sensibilizzazione importante».l'operativitàIn pratica gli operatori in azione nei luoghi della movida, adesso riconoscibili, dovrebbero funzionare da punto di riferimento per chi dovesse aver bisogno di aiuto, di consigli o di informazioni.

«Ci sarà anche un numero di telefono per consentire ai ragazzi che non vogliono parlare a voce di contattare gli operatori per telefono. E il numero rimarrà attivo anche dopo l'estate». condom e alcoltestOltre a dare informazioni e a rispondere alle domande, gli operatori si occuperanno anche di distribuire gratuitamente profilattici e alcoltest a chi ne farà richiesta. «Credo che questo progetto sia un segno di civiltà che apre le porte alla comunicazione. Il gazebo sarà un punto di riferimento». Perché la zona dove è posizionato è il cuore della movida. Quella Terrazza dei Tirreni che spesso diventa teatro di zuffe e liti, collegate anche all'abuso di sostanze alcoliche. Di misure in campo per tentare di arginare l'eccessivo consumo di bevande alcoliche e per prevenire le conseguenze sull'ordine pubblico ce ne sono, anche se questo non azzera il rischio. le altre misureRicordiamo per esempio che è in vigore fino al 31 agosto l'ordinanza che vieta la vendita per l'asporto di bevande in contenitori di vetro. La stessa ordinanza vieta la vendita (e il consumo fuori dai locali e dei loro tavoli) di alcolici e superalcolici, in qualunque contenitore, dalle 2 alle 8.

Chi non rispetta la norma rischia una multa da 500 a 5.000 euro. Poi c'è la presenza massiccia dei vigilantes delle agenzie private. Domani, per esempio, entreranno in servizio dalle 2 alle 6 due pattuglie della Worsp ingaggiate dal Comune. «Ci occuperemo della sorveglianza armata dinamica principalmente nella zona di Marina - spiega Ariel Rossetti, dirigente Worsp - Lo scopo sarà la prevenzione dei reati». Sarà cioè un'azione di supporto al lavoro delle forze dell'ordine. Il dispositivo che regola la gestione dell'ordine pubblico nei luoghi della movida cecinese ma non solo, lo ricordiamo, è coordinato dalla questura di Livorno e vede la presenza dei carabinieri della Compagnia di Cecina, degli agenti di polizia del commissariato di Cecina, della guardia di finanza della tenenza cecinese e della polizia municipale. La municipale è in servizio serale fino alle 2.