Quotidiani locali

BEACH SOCCER 

Supercoppa tabù da sfatare Al Viareggio manca solo quella

Oggi alle 17,30 a Catania la sfida secca con la “bestia nera” Sambenedettese Gli infortuni di Gori e Marinai tengono in ansia Santini: i due sono in dubbio

VIAREGGIO

Sfatare due tabù e chiudere un cerchio. Il Viareggio ha vinto tutti i trofei, tranne uno: la Supercoppa Italiana. Ha provato per due volte a conquistarla, invano. Oggi avrà a disposizione il terzo tentativo: l’appuntamento è per le 17,30, a Catania, contro la Sambenedettese (diretta streaming sulla pagina Facebook della Lega Nazionale Dilettanti).

E qui entra in gioco il secondo tabù: la formazione di Stefano Santini ha infatti perso quattro delle ultime cinque sfide contro i marchigiani, di cui tre nel 2017, tutte decisive. Compresa proprio la Supercoppa.

Ma ciò che maggiormente preoccupa il tecnico non sono i dati statistici, quanto piuttosto le condizioni di Gabriele Gori e Simone Marinai. Non certo due qualunque, ma il fuoriclasse ed il capitano. Per tutti e due la tappa di Euro League dello scorso fine settimana a Minsk (in Bielorussia) con la Nazionale si è rivelata deleteria: il primo ha infatti rimediato un problema muscolare, l’altro una fortissima contusione al dito mignolo del piede. Sono ancora in forte dubbio e lo saranno sino a poche ore prima del fischio d’inizio.

Partenza direttamente all’alba di questa mattina per la squadra, che da domani sarà poi impegnata nella Final Eight scudetto. Ai quarti l’avversario sarà il Catania padrone di casa, già giustiziere dei bianconeri nella semifinale di Coppa Italia.

Ma Santini non vuole pensarci. È la Supercoppa la sua priorità. «Per vincerla dovremo fare qualcosa in più della Sambenedettese, a maggior ragione se non potremo disporre di Gori e Marinai» avverte il tecnico. Che non è certo il ritratto della felicità per questi due infortuni. La fiducia nel gruppo rimane intatta. «Siamo cresciuti a livello di gioco e prestazioni, nonostante i risultati dell’ultima tappa di Serie A a Bellaria Igea Marina non ci abbiamo premiato. Affrontiamo una formazione, la Sambenedettese, che è formata da grandi giocatori, capaci di risolvere le partite. Ma neppure a noi mancano. Mi sarebbe piaciuto poterli avere al top della condizione, quello sì».

Rispetto a Bellaria Igea Marina Santini ritroverà Remedi, Valenti e lo svizzero Spaccarotella. Del gruppo che proverà ad aggiudicarsi la Supercoppa e poi lo scudetto fanno parte inoltre i portieri Carpita e D’Onofrio e - come giocatori di movimento - Pacini, Cinquini, Anderson, Ramacciotti, Spaccarotella, Remedi, Capo, Gemignani, Valenti e Bryan, oltre a Gori e Marinai, le cui condizioni vengono monitorate costantemente dallo staff sanitario della società del

presidente Carpita.

Dopo la Coppa Italia del 2012 ed il “triplete” del 2016, il Viareggio vuole tornare ad alzare un trofeo, l’unico che gli manca. Per riuscirci non basterà l’ordinario. Servirà qualcosa di straordinario. Ma questa squadra ha già dimostrato come si fa. —

TrovaRistorante

a Lucca Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGI E TESI DI LAUREA

Premio ilmioesordio, invia il tuo libro