Quotidiani locali

torneo delle contrade 

Salini fa la differenza: il Ponte vola in finale la Lucertola va a casa

Pesa sull’esito della semifinale l’espulsione di Tonacci Sabato sera lo scontro decisivo contro la Quercia

QUERCETA

Saranno Quercia e Ponte a sfidarsi nella finalissima del 47° Torneo delle contrade del Palio di Querceta sabato prossimo allo stadio Buon Riposo di Pozzi (fischio d’inizio alle 21. 30). A strappare l’ultimo biglietto disponibile per l’atto finale è stata proprio la contrada rossoblù che si è imposta di misura ai tempi supplementari sui rivali della Lucertola. La seconda semifinale, disputatasi nella serata di martedì, non ha fatto certo mancare le emozioni dando vita a un confronto in punta di fioretto tra le due squadre in campo.

Pronti via ed è subito il Ponte a portarsi in vantaggio dopo 8 minuti: calcio di punizione concesso da Discini dal limite dell’area, barriera non proprio ben posizionata e bomber Fusco – tra i migliori in campo – che, con un tiro secco e rasoterra, fredda Barlettai battezzando l’angolo basso alla destra del portiere rossoverde. La squadra di Ripa si ritrova quindi a rincorrere ma non getta la spugna: nonostante fatichi a trovare il guizzo giusto in fase offensiva, gli uomini di mister Landi non mancano di grinta. Detto fatto, al 41’ su un cross in area da tiro piazzato Tonacci svetta su tutti incornando bene ma trovando il palo ad opporsi al gol: la palla però rimane lì e nell’area piccola vi si avventa Michi che, più rapido di tutti, sigilla il pari di rapina.

Tutto da rifare dunque nel secondo tempo ma le occasioni da gol latitano e il gioco – sempre più segnato dal nervosismo e dall’agonismo fisico – ristagna a centrocampo. Al 33’ della ripresa poi il guizzo che non ti aspetti: Bertuccelli, fino a quel momento un po’ troppo isolato nell’offensiva della Lucertola, compie una prodezza al limite dell’area spedendo un gran destro direttamente nel sette. Non è finita: il Ponte non ci sta e, con il coltello tra i denti, si lancia in un assalto che quasi allo scadere concede ai rossoblù di ritrovare il pari con Ambrosio che di tap-in gonfia la rete approfittando di un batti e ribatti nell’area piccola davanti a Barlettai. Sul 2-2 si prosegue dunque con i supplementari dove, vincendo la stanchezza, le due rivali non smettono di darsi battaglia. Annullato per (giusto) fuorigioco un gol siglato da Lo Monaco, al 13’ della primo extra-time è il Ponte ad alzare la freccia per il sorpasso ancora con Fusco che, servito intelligentemente da Salini ad un passo dalla porta, deve solo spingere il pallone in rete. Dopo il cambio di campo però la Lucertola si rifà sotto nuovamente con Bertuccelli che di rapina infila Barsanti sul secondo palo bruciando in scatto l’estremo difensore su assist di Michi. Nessuna delle due squadre pare voler mollare, ma a scongiurare i rigori ci pensa una gran incornata

di Salini che negli ultimi frangenti di partita insacca il decisivo 4-3. Il rosso diretto a Tonacci per un fallo di reazione a tempo scaduto è la macchia sulla prestazione comunque di alto livello della Lucertola costretta, anche quest’anno, a rinunciare alla finale. —



TrovaRistorante

a Lucca Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Pubblica il tuo libro