Quotidiani locali

BEACH SOCCER 

La Coppa Italia vola a Catania: Terracina si arrende in finale

Gli etnei si cuciono sulle maglie la coccarda tricolore con le prodezze di Eudin. Il Viareggio fa sua la finalina con l’altro Catania e deve accontentarsi del bronzo 

VIAREGGIO. Tre gol al Viareggio in semifinale, quattro al Terracina in finale per prendersi - con merito totale e discussioni zero - il titolo di miglior giocatore di una Coppa Italia riportata a Catania tredici anni dopo l'ultima volta. C'è un profeta al "Matteo Valenti Beach Stadium": si chiama Eudin, è brasiliano, indossa la maglia rossoazzurra degli etnei. Ha spostato lui gli equilibri nelle due sfide decisive della competizione. Irrimediabilmente.

Se n'era accorto sabato il Viareggio, stessa sconfortante reazione per il Terracina ieri pomeriggio. Incontri dall' andamento per certi versi simile, con un Catania pallido nella prima frazione, tenuto a galla proprio dalle prodezze di Eudin, per poi emergere alla distanza, sfruttando esperienza, tasso tecnico e vigoria fisica, coinciso con il calo vistoso dei pontini, traboccanti di giovani di belle speranze, ma ancora acerbi, incapaci di gestire le fasi più delicate. Trovarsi sul 3-1 si è rivelato del tutto inutile: i siciliani sono stati capaci di ribaltare quel gap portandosi addirittura sul 5-3, amministrando senza eccessivi patemi d'animo sino ai tre fischi dell'arbitro, per poi sollevare la Coppa Italia, in attesa della Final Eight scudetto che si disputerà proprio a Catania dal 10 al 12 agosto.

Gemignani (Viareggio) esulta dopo un...
Gemignani (Viareggio) esulta dopo un gol (foto Lnd)


Il Viareggio si è dovuto accontentare di salire sul gradino più basso del podio. Complicati da placare i rimpianti per la sconfitta in semifinale con i futuri campioni. Contro il Canalicchio - nel match che metteva in palio il terzo posto - Santini ha rinunciato a Ramacciotti (squalificato) e Valenti, trovando comunque risposte confortanti dall'intera rosa, con un largo successo (10-4) la cui utilità è comunque relativa. Operazioni abbastanza agevoli per i bianconeri, spinti avanti da Spaccarotella, Remedi e Gemignani, con l'acuto di Alan a illudere il Canalicchio. Nella frazione centrale il divario si è fatto sempre più ampio, con Marinai che ha siglato il suo 90° con la maglia del Viareggio. Alan, ancora lui, ha provato a impedire che gli avversari tracimassero, intento reso vano dai sigilli di Capo, Bryan e Remedi (su rigore). Nella frazione conclusiva - oltre a rimarcare gli altri due timbri del campione portoghese del Canalicchio - doverose menzioni per Gemignani (doppietta personale), Cinquini e Gori, che come venerdì contro il Noname Nettuno ha scritto il proprio nome sul tabellino dei marcatori per ultimo, quasi allo scadere.

Archiviata la Coppa Italia, testa e gambe alla terza tappa del girone A di Serie A in programma dal 20 al 22 luglio a Bellaria Igea Marina, con il Viareggio a cui manca giusto una vittoria per certificare l'accesso alla Final Eight.

Gori (Viareggio) contrastato durante...
Gori (Viareggio) contrastato durante la finalina per il 3° posto (foto Lnd)

 

TrovaRistorante

a Lucca Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Pubblica il tuo libro