Quotidiani locali

Verona il terribile «Con tre gare in casa il Lodi è favorito»

Il bomber versiliese fra i protagonisti del duello con il Cgc «Ma occhio alla grande esperienza dei giocatori del Centro»

VIAREGGIO. Pronti, attenti, via. Scattano domani sera le semifinali dei play off scudetto, il novantacinquesimo della storia del rotellismo azzurro. Per la gara uno, al palaBarsacchi, scendono i campioni d’Italia del Lodi. La formazione guidata da Nuno Resende nei quarti ha eliminato il Monza di Tommaso Colamaria aggiudicandosi i due derby, il primo disputato a Biassono per 3 a 2 e il secondo, giocato al palaCastellotti, con un netto 10 a 2 che ha sottolineato tutte le potenzialità offensive della squadra giallorossa.

Fra le bocche da fuoco del team lodigiano che sarà protagonista di questa attesissima sfida, c’è Alessandro Verona, fortemarmino doc, che proprio nell’ultimo confronto vinto al PalaBarsacchi per 4-2 con il Cgc Viareggio mise a segno ben tre reti, l’ultima delle quali, come ricordano bene i tifosi bianconeri, segnata dopo la realizzazione (quella del possibile pareggio) di Mirko Bertolucci non convalidata dagli arbitri Galoppi di Follonica e Iuorio di Salerno. Verona, è bene sottolinearlo, al termine di questa fase del campionato ha messo in totale venticinque reti, risultando il secondo miglior realizzatore del Lodi dopo Giulio Cocco (31 reti), il ventunenne talento giallorosso e della nazionale pronto a trasferirsi al termine di questo campionato, nelle fila del Porto.

Alessandro, può stilare un primo bilancio della sua squadra in questa ultima regular season?

«Dopo una prima fase in cui abbiamo alternato momenti positivi ad altri meno buoni la squadra, in particolare nelle ultimi cinque gare di questa fase del campionato, è riuscita a ritrovare trovato quella continuità di gioco e di risultati che ci ha permesso di conquistare, credo meritatamente, il primo posto».

Ora è atteso ad una nuova sfida con il Viareggio, un altro duello che si preannuncia spettacolare...

«Credo che sarà ancora una volta un duello a dir poco interessante, aperto a qualsiasi risultato. Non c’è una squadra favorita perché fra le due contendenti non c’è una grande differenza ed entrambe le squadre possono passare il turno. Noi siamo più giovani e forse con qualche qualità in più, ma la squadra di Bertolucci ha maggior esperienza».

Il fatto che avete l’opportunità di giocare tre gare su cinque in casa, può costituire un vantaggio per la squadra?

«Indubbiamente

può essere un vantaggio ma la mia squadra ha dimostrato di essere in grado di poter espugnare qualsiasi pista come quella del Forte dei Marmi, come già nello scorso campionato, o come quella del Viareggio nell’ultima regular season».

©RIPRODUZIONE RISERVATA

TrovaRistorante

a Lucca Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGI E TESI DI LAUREA

Pubblica il tuo libro