Quotidiani locali

Il j’accuse di Buglio per il pari al 90° «Arbitraggio iniquo»

Il mister del Real Forte contesta il rigore della Rignanese «Siamo stati frenati: le immagini mi daranno ragione»

FORTE DEI MARMI. Lo spogliatoio del Real Forte è una polveriera: brucia e non poco un pareggio nell’unica occasione in cui la palla è arrivata in area nerazzurra con l’attaccante della Rignanese che cade in modo anomalo, guadagnando comunque il rigore che vale il pareggio. Due punti gettati alle ortiche dai ragazzi di mister Buglio che hanno dominato in lungo e largo l’incontro con il solo demerito di non aver concretizzato un vantaggio tecnico che alcune volte è sembrato anche imbarazzante tanta era la differenza dei mezzi fisici e tecnici in campo.

Ad inizio ripresa il Real Forte ha bruciato almeno quattro buone occasioni da gol per chiuderla, ma vuoi la fretta, vuoi le buone parate del portiere ospite hanno impedito di scavare quella differenza di sicurezza nel punteggio che poteva rendere meno amaro il finale. Le recriminazioni si sono concentrate sulle decisioni dell’arbitro della partita, reo di aver fischiato, a detta dei fortemarmini a senso unico: l’episodio del rigore è apparso almeno dubbio, ma non lo è stato per l’arbitro che ha decretato con sicurezza il calcio di rigore, indicando il dischetto.

Fino a quel momento anche nell’approssimarsi del finale era stato un monologo degli uomini di Buglio che non avevano mai rischiato. «Dispiace perdere due punti in questo modo», commenta mister Francesco Buglio, «perché avevamo dominato la partita in lungo e in largo, costruendo molto e non rischiando mai di subire azioni pericolose per la nostra porta. Avevamo delle assenze, ma non avevano pesato perché avevamo gestito l’incontro, facendo la partita che avevamo preparato. Loro non avevano proposto niente se non dei lanci lunghi che avevamo sempre controllato in modo tranquillo e anche nel finale stavamo gestendo la situazione. È vero che potevamo e dovevamo chiudere prima la partita, ma non è scritto da nessuna parte che dobbiamo per forza vincere le partite con due o tre gol di scarto. Avevamo avuto le occasioni, ma non siamo riusciti a fare altri gol. Poi è arrivato questo episodio che non è neppure dubbio e che rischia di rovinare il proseguo della stagione: le immagini sono certo mi daranno ragione. Mi dispiace per i ragazzi che avevano fatto ciò che dovevano e che invece, vedono vanificato il grande lavoro fatto in settimana e la bella prestazione che hanno fatto in cui hanno creato molto e non hanno subito rischi per la nostra porta. Lamentiamo una differente gestione a nostro sfavore di episodi simili

che alla fine ci ha danneggiato molto e ci ha tolto due punti che avevamo meritato sul campo. Il pareggio non rispecchia quello che si è visto ed è naturale il rammarico per quello che è accaduto. Siamo stati danneggiati da questo incontro in cui la vittoria era più che meritata».

TrovaRistorante

a Lucca Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Pubblica il tuo libro