Quotidiani locali

Tutti pazzi per Federico Il bomber viola star ai Pini

Chiesa legge il giuramento e poi viene assediato per il rito degli autografi Il torneo ricorda la strage: Piagentini portabandiera del vessillo del Cgc 

VIAREGGIO. Alla cerimonia di apertura della 70ª edizione della Viareggio Cup, che ha preso il via ieri allo stadio dei Pini è mancato solo il lancio dei paracadutisti che, come tradizione, avrebbero dovuto portare da cielo il pallone per la gara inaugurale. Ma a riempire ogni vuoto ci ha pensato lui, la star della giornata: il bomber della Fiorentina Federico Chiesa, a cui è toccato l’onore di leggere il giuramento del torneo.

Anziché dai paracadutisti, il pallone all'arbitro Marinelli di Tivoli è stato consegnato dal piccolo Giulio Palagi, assieme al nonno-presidente del Cgc Alessandro Palagi. Per la prima volta alla sfilata ha preso parte la banda musicale della Guardia di Finanza, composta da 45 elementi. In testa al corteo la bandiera italiana e a seguire le 14 bandiere delle nazioni straniere partecipanti al torneo portate dai volontari della Croce Verde e della Misericordia.

Marco Piagentini, simbolo della strage ferroviaria del 29 giugno 2009, presidente del "Il Mondo che vorrei", ha portato la bandiera del Cgc seguito da alcuni atleti delle sezioni del calcio, atletica leggera ed hockey su pista. Poi è stata la volta delle scuole calcio della Versilia con giocatori, allenatori e dirigenti: hanno sfilato il Pietrasanta calcio, il Viareggio National Young, il Lido di Camaiore, Viareggio 2014, lo Juventus Club, Camaiore, Scuola calcio Simone Bertacca, Sporting Massarosa Academy, Croce Verde, Cgc Capezzano, Polisportiva Migliarino-Vecchiano, Atletico Qm e poi una rappresentanza del Mondo che vorrei, accolta dai presenti della tribuna con un applauso. La banda della Guardia di Finanza ha eseguito poi gli inni delle squadre straniere, mentre quello italiano è stato cantato dalla soprano Pascale Coulombe Grossi e dal tenore Giovanni Cervelli.

A fare gli onori di casa oltre il presidente del Cgc, Alessandro Palagi, il sindaco Giorgio del Ghingaro con l'assessora allo sport Sandra Mei e autorità militari.

Poi è toccato alla star della giornata - il bomber della Fiorentina Federico Chiesa - scendere in campo e leggere la tradizionale formula del giuramento con la quale si è ufficialmente

aperto il torneo.

Prima dell'inizio della partita la banda della Guardia della Finanza ha eseguito con la tromba il silenzio. «Abbiamo l'idea di fare qualcosa per Astori - dice il presidente Palagi - ne parleremo con la sua famiglia».

ALTRO SERVIZIO A PAG. 11

TrovaRistorante

a Lucca Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Pubblica il tuo libro