Quotidiani locali

il viareggio dell’edizione record del 2007

Le pagine del Torneo di Viareggio che inizia oggi narrano anche le vicende di ragazzi di casa nostra, alcuni diventati famosi, altri no. Ma l’importante è aver potuto dire il classico «Io c’ero». I...

Le pagine del Torneo di Viareggio che inizia oggi narrano anche le vicende di ragazzi di casa nostra, alcuni diventati famosi, altri no. Ma l’importante è aver potuto dire il classico «Io c’ero».

I primi a scendere in campo con la maglia di una squadra professionistica sono Bruno Barberi ed Enrico Mazzucchi con la Juventus seconda (nel 1953) dietro il Milan. Mazzucchi segna un gol all’Amburgo ed uno in semifinale al Partizan. Poi è la volta di Paolo Lazzotti con la Fiorentina. Il giocatore di Pietrasanta è terzo con la Viola nel 1960 (va a segno contro Udinese e Dukla) e poi disputa anche il torneo l’anno seguente quando realizza una doppietta al Salonicco. Emilio Codecasa disputa il torneo del 1963 con il Modena realizzando un gol Dukla Praga. Tra i versiliesi d’adozione da segnalare le presenze (1962 e 1964) di Marcello Tentorio, due volte secondo con il Bologna. Nel 1968 presenti Sauro Del Chiaro e Giuliano Pardini (Inter), Marcello Lippi e Mino Bini (Sampdoria) e Roberto Fiorio con il Bologna. Un capitolo a parte lo merita Paolo Rosi. Nel 1971, ad appena 17 anni, è il portabandiera della Fiorentina con la quale partecipa a quattro tornei dal 1972 al 1975 collezionando 20 presenze (meglio solo Mercuri del Toro: 25) con 8 reti. Con la squadra viola vince il torneo del 1973 (in squadra anche Beppe Novelli) e nel 1974 assieme a Carlo Bresciani andando a segno in entrambe le finali (come lui solo Cappellaro e Immobile): decisivo il gol realizzato al Bologna a due minuti dalla fine del secondo tempo supplementare nel 1973.

Nel 1973 al torneo anche Pietro Biagini (Torino) a segno contro il Benfica e nel 1974 con la maglia del Genoa c’è Paolo “Chiodino” Mariani in gol contro il Vojvodina. L’anno dopo con la Juventus, in compagnia di Paolo Rossi, troviamo Maurizio Frediani a bersaglio con Velez e Cesena. In quel 1975 vince il Napoli che ha tra i suoi protagonisti Mario Masiello. E sempre quell’anno con il Varese si segnala Francesco Buglio, autore di una doppietta all’Amsterdam. Tra i ragazzi di casa nostra che possono vantarsi di avere alzato al cielo la statuetta di Burlamacco c'è Paolo Galleni (Sampdoria 1977) con il "naturalizzato" versiliese Adriano Baesso autore del gol partita nella finale bis con il Milan. Una vittoria al torneo (1979) anche per Emanuele Checchi, estremo difensore lidese della Fiorentina, il quale subisce solo due gol in sei gare. Nel 1984 nel Pisa gioca Gigi Cecchi (gol alla Roma) e nel 1987 è la volta di Alessandro Mussi, attuale presidente del Real Forte Querceta, con la Fiorentina che conquista la piazza d’onore. Nel 1990 con il Torino c’è Marco Bertelli che gioca anche le due edizioni seguenti realizzano il gol (nel 1992) che consente ai granata di vincere la finale di consolazione sul Milan. Sempre nel 1990 c’è il ritorno del Viareggio dove giocano Cristiano Ciardelli e Marco Pilone. Due partecipazioni al torneo per Alessandro Pierini, con l’Udinese: nel 1992 e nel 1993 quando segna un gol nel quarto di finale perso con il Milan. Sempre nel 1993 giocano a Viareggio anche Daniele Marcucci (Genoa), Massimiliano Rubinacci (Empoli) e Luigi Ruggiero (Napoli). La migliore prestazione del Viareggio nella storia del torneo è quella dell’edizione del 1997, quando le zebrette raggiungono i quarti di finale dove sono battute ai rigori dal Napoli. Della compagine allenata da Giacomo Bini fanno parte Gianni Florio (in gol con lo Slavia Praga), Davide Lippi, Daniele Raffaelli, Giansimone Leonildi, Simone Orsolini e lo sfortunato Viti che si infortuna seriamente nella prima partita. Nella Lucchese ci sono Angelo Buglio e Samuele Barsotti che disputa anche il torneo del 1998 segnando un gol al Partizan, mentre nel Verona si segnala Stefano Menchini. Nel 1999 con la maglia del Como c’è Stefano Santini.

Tanti i ragazzi versiliesi anche nel nuovo secolo. Nel 2000 è la volta di Massimiliano Della Lucia (Pistoiese) e Alessandro Della Latta (Livorno). Nel Viareggio giocano Marco Giunta, Larry Babboni, Luca Balbi, Fabrizio Trezzi, Cristiano Cosignani, Carlo Sacchelli, Marco Lazzeri, Samuele Ceciarini, Alessandro Pillon (segna due gol), Pasquale Sirica e Oggiano. Nel 2003 è la volta di Davide Romanini con la maglia del Brindisi (segna anche un gol nel derby con il Bari), mentre Andrea Masiello si laurea campione con la Juventus, ventinove anni dopo il padre. Vincerà, sempre con la Vecchia Signora anche il torneo seguente. Nel 2005, oltre a Romanini con il Gubbio c’è Gianluca Musacci con l’Empoli che ha in rosa anche Andrea Bianchini. Lo stesso Musacci partecipa, sempre con l’Empoli, anche all’edizione del 2006 (segna un gol) assieme a Samuele Pizza e Micheal Corsinelli mentre nella Lucchese allenata da Francesco Bertolucci giocano Andrea Carpita, Leonardo Massoni e Gabriele Gori; nella Pistoiese Antonio Filiè e David Cascione e nell’Atalanta è presente Matteo Gentili. Nel 2007 ci sono addirittura venti ragazzi versiliesi che partecipano al torneo: Andrea Carpita, Gianmarco Rossi, Manuel Lemmetti, Maikol Benassi, Nicola Simonetti, Gianluca Veneziano, Christian Francesconi, Domenico Marino, Maicol Bani, Marco Caprai, Alessandro Nencini, Gabriele Giannecchini, Matteo Fiorentino, Dario Scartabelli e Dario Ramacciotti (che segna un gol nella gara con il Pisa) nelle file dell’ Esperia Viareggio; nell’Empoli (che si piazza al terzo posto) troviamo ancora Musacci (un gol al Lecco) e Pizza; nell’Atalanta c’è Matteo Gentili e torna anche David Cascione ma con la maglia della Rappresentativa di serie D con la quale va a segno contro il Parma. Esordio assoluto invece per Cesare Gianfranco “Ricky” Rickler nel Chievo che realizza un gol al Treviso. Nel 2008 c’è ancora Matteo Gentili (in gol con lo Spartak negli ottavi e con l’Inter in semifinale) che con l’Atalanta conquista il terzo posto. Nell’Empoli finalista giocano Samuele Pizza e Gianluca Musacci (non disputa la finale bis con l’Inter per squalifica). Musacci chiude l’esperienza al torneo con sedici presenze in quattro edizioni, Pizza quattordici presenze in tre edizioni. Nella Massese gioca Mirko Marrucci e nella Cuoiocap c’è Marco Granaiola. Nel torneo del 2009 vinto dalla Juventus allenata da Massimiliano Maddaloni troviamo Giulio Donati (Inter), Mirko Marrucci (questa volta con il Pisa) e Leonardo Terigi (Genoa). Nel 2010 ancora Donati e Terigi con le stesse maglie e Lorenzo Remedi (Livorno). Nel torneo del 2011 è presente Federico Sorbo (Rappresentativa di serie D) e l’anno seguente si segnalano le presenze di Jacopo Furlan e Simone Della Latta (Empoli), Nicola Benedetti (Prato); Lorenzo Laras (autore di due reti), Davide Mannini, Matteo Buonomo, Giacomo Cinquini, Stefano Marinai, Gianluca Bedei e Alessio Maggi con l’Esperia Viareggio. Nel 2013 Leandro Casapieri difende la porta della Rappresentativa di serie D e nel 2015 Michele De Fanti veste la maglia del Livorno. Nel 2016 ci sono Aurelio Falorni (Empoli), Francesco Corsinelli (Genoa) che va a segno contro il Bologna), Simone Morelli (Livorno) e Nicholas Pierini (Sassuolo) in gol contro Empoli

e Pumas. Pierini è poi tra i protagonisti lo scorso anno della cavalcata vincente degli emiliani (segna un gol al PSV) ai danni dell’Empoli dove gioca Davide Buglio. Al torneo anche Ramon D’Angina con il Pisa e Lorenzo Benedetti con la Fiorentina.

ALTRO SERVIZIO A PAGINA 32

TrovaRistorante

a Lucca Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGI E TESI DI LAUREA

Pubblica il tuo libro