Quotidiani locali

Ranocchio, doppio salto per centrare la finale

I campioni in carica hanno superato in rimonta il Leon d’Oro grazie a due rigori Sabato sera affronteranno la Madonnina nel match che assegnerà il trofeo

VIAREGGIO. Sarà Madonnina-Ranocchio la finalissima del Torneo delle Contrade di Querceta: l'ultimo atto della manifestazione si giocherà sabato 15 luglio alle 21.30 allo stadio Buon Riposo di Pozzi. Dopo la vittoria dei gialloblù lunedì sera contro la Lucertola dunque, i campioni in carica allenati da mister Pitanti (assente per squalifica nel match di semifinale) si sono confermati in lizza per ribadire il titolo conquistato nel 2016. Ed anche in questa seconda semifinale - remake della finale della scorsa edizione - decisivi si sono rivelati i tiri dal dischetto (necessario, in questo caso, utilizzare il plurale): ben due infatti i rigori assegnati dal signor Carrara in favore dei gialloverdi, andando a premiare un secondo tempo in cui - dopo la doccia fredda dello svantaggio subito dopo 9 minuti dal rientro dagli spogliatoi per una zampata vincente di Simi - il Ranocchio l'ha fatta sostanzialmente da padrone stringendo d'assedio (specie nel quarto d'ora finale) l'area di rigore della contrada di Marzocchino. Nonostante tutto però la retroguardia del Leon d'Oro non dava eccessivi segni di cedimento e solo con il fischio dell'arbitro il risultato si è ribaltato in favore dei campioni in carica: prima al 40' e poi al 49' della ripresa un incontenibile Barbetti è stato atterrato in area dai difensori giallorossi decisi a bloccare le sue incursioni, ma puniti dal direttore di gara con due rigori insaccati entrambi dal sinistro di Giacomo Rossi. Vane - anche se accese - le
proteste dei giocatori di mister Bertaccini che lamentavano il contatto veniale con il giocatore gialloverde.

Per il Leon d'Oro il Torneo finisce ad un passo dalla finalissima: l'ultimo atto sarà dunque tra i detentori del titolo e la Madonnina, vera sorpresa di quest'edizione.

TrovaRistorante

a Lucca Tutti i ristoranti »

Il mio libro

CLASSICI E NUOVI LIBRI DA SCOPRIRE

Libri da leggere, a ciascuno la sua lista