Quotidiani locali

Pallavolo, il Versilia si compra la C e conferma coach Roni  

La società di Marzocchino ha acquistato il diritto sportivo dalla Carrarese. Nell’ultima stagione la promozione sul campo era sfumata nei playoff

QUERCETA. Adesso è arrivata l’ufficialità: la Pallavolo Versilia (che anche in questa stagione mantiene il legame stretto con la Pallavolo Pietrasanta) acquisisce la serie C dalla Pallavolo Carrarese e nella prossima stagione andrà a raggiungere Oasi e Discobolo nel campionato superiore dove manca da due stagioni. «E' la prima volta che la nostra società decide di acquisire un diritto sportivo 'a tavolino' e non sul campo - spiega il ds Simone Giannini - ma in accordo con il nostro staff tecnico, abbiamo ritenuto che fosse un passaggio necessario per assicurare il giusto percorso di crescita alle nostre ragazze più giovani e per dare alle ragazze più esperte un 'palcoscenico' più consono alle loro capacità. Certamente i risultati ottenuti da gennaio in poi e la promozione sfiorata contro il Cascina – prosegue ancora Giannini - hanno rafforzato un'idea che avevamo in testa da qualche mese e ci hanno portato a questa importante decisione. Per questo abbiamo deciso di confermare il gruppo in blocco ed intraprendere questa nuova avventura con le ragazze con cui abbiamo chiuso la recente stagione di D. Per noi è motivo di orgoglio sottolineare che affronteremo la stagione con tutte giocatrici di nostra proprietà e provenienti quasi esclusivamente dal nostro settore giovanile. Sappiamo – conclude il ds del Versilia - che sarà una stagione molto difficile, anche in virtù delle variazioni al regolamento (cade la regola delle over e le squadre under 21 non retrocedono, ndr), ma abbiamo grande fiducia in questo gruppo. L'obiettivo, ovviamente, sarà quello della salvezza».

Alla guida è confermato Emanuele Roni che era arrivato alla prima squadra proprio in corsa di serie C: «Sono contento di poter continuare il rapporto con questa società e di poter proseguire il lavoro con la prima squadra per il terzo anno di fila. Quest'anno la sfida che ci attende è davvero importante e stimolante perché il campionato di serie C è difficile e credo che per poter pensare di salvarci noi tutti (le ragazze, ma anche il sottoscritto) dovremo lavorare tanto e con estrema umiltà, perché se un diritto si può acquisire a tavolino, le capacità di giocare un campionato si possono acquisire solo con il duro lavoro quotidiano in palestra; aver acquisito un diritto per la prima volta, sottolinea l’estrema fiducia in questo progetto ed in questo gruppo, che partito senza velleità di promozione è arrivato fino alla finale playoff; le ragazze si meritavano di
disputare il campionato superiore, per questo, abbiamo deciso di confermare in blocco il gruppo. Ripeto, non sarà facile, ma sono assolutamente sicuro che se le ragazze lavoreranno con la dedizione e lo spirito mostrato negli ultimi due anni potremo raggiungere gli obbiettivi prefissati».

TrovaRistorante

a Lucca Tutti i ristoranti »

Il mio libro

LE GUIDE DE ILMIOLIBRO

Corso gratuito di scrittura: come nascono le storie