Quotidiani locali

Oasi e Versilia in semifinale e adesso è vietato mollare 

Francesconi ringrazia i tifosi ed elogia la squadra, in primis Petroni, Rovai e Baldini Roni mette in guardia: «Contro Cascina sarà difficilissimo ma ci proveremo»

VIAREGGIO. È semifinale per Oasi e Versilia che passano il primo turno dei playoff rispettivamente per un posto in serie B e uno in serie C. Di fronte al pubblico del Piaggia l’Oasi doma lo Ius Arezzo per 3-1 e sabato ospita alle 21 la Fiorentina Rinascita. Una sconfitta per 3-2 sul campo del Montebianco non frena la corsa del Versilia che sabato alle ore 21 ospiterà a Marzocchino il Cascina.
Serie C. È un Piaggia vestito a festa quello che accoglie l’ingresso in campo di capitan Ambrogi e compagne, tutte le giovanili della società viareggina sono accorse a sostenere a gran voce la prima squadra, sugli spalti tanti gli appassionati di volley pronti a seguire questo playoff per la serie B e non sono mancate presenze illustri come l’ex azzurra Sabrina Bertini (ora tecnico Jenco) e l’assessore Sandra Mei: «Siamo contenti, almeno la semifinale ci voleva – esordisce il tecnico Alessandro Francesconi – Arezzo è una bella squadra che difende tutto e non molla mai. Il Piaggia era strapieno, è stato bellissimo ed in campo abbiamo regalato un bello spettacolo». Al fischio d’inizio Francesconi ha schierato Ghezzi, Ambrogi, Petroni, Pelliccia, Baldaccini, Rovai, libero Arduini e ancora una volta Arduini è autrice di prova magistrale: «Ha dato carattere e ordine» ha detto Francesconi che loda il gruppo per aver tenuto la concentrazione nonostante gli alti e bassi, Petroni per aver mostrato carattere nei momenti importanti e Rovai per la ritrovata forma; ma è Baldini nel quarto set a dare la svolta e scongiurare il tie-break, sotto 1-6, con il suo servizio l’Oasi ritrova il vantaggio, torna in carreggiata e sigla il match.
Serie D. A Pieve a Nievole il Versilia non gioca la sua miglior pallavolo, ma conquista i due set necessari per passare in semifinale: nel primo set subisce il gioco del Montebianco, poi sorretta da un’ottima Veronica Lamperi trova il giusto ritmo, il terzo set vietato ai deboli di cuore mantiene vive le speranze delle pievarine, rese poi vane dal Versilia che si aggiudica la quarta frazione. Il quinto set è solo un proforma, la semifinale è per capitan Lossi e compagne. «Siamo partiti col piede sbagliato – ha detto coach Roni – nel primo set abbiamo regalato 18 punti tra errori e murate prese, nel secondo abbiamo trovato il ritmo giusto, mentre nel terzo sul 14-19 sembrava fatta, poi ci è venuto il braccino e non abbiamo chiuso. Il quarto set è stato una fotocopia del precedente, abbiamo guidato senza però sbagliare sul finale». A scendere in campo al fischio d’inizio sono state Reale,
Orlandi, Lossi, Lamperi, Dini, Facoetti, Maggiani, spazio in corsa per Benzio, Leverotti, Bartolucci e Mansili. «Una bella soddisfazione – ha concluso Roni – ora un giorno di riposo poi si prepara l’andata contro Cascina, sfida difficilissima ma ci proveremo».
Nicoletta Dati

TrovaRistorante

a Lucca Tutti i ristoranti »

Il mio libro

TORNA IL CONCORSO PIU' POPOLARE DEL WEB

Premio letterario ilmioesordio, invia il tuo libro