Menu

HOCKEY SU PISTA

Il mito Cunegatti tira le orecchie al Cgc

«Contro questo Valdagno non puoi mollare neanche un secondo»

VIAREGGIO. È nato a Valdagno e ha quarantuno anni, ma assolutamente non li dimostra. Confermandosi il miglior portiere italiano al termine della regular season con solo sessanta reti incassate. Massimo Cunegatti è un personaggio straordinario, un palmares di grandissimo livello (un titolo mondiale, dieci Coppe Italia e dieci scudetti, un’Euro League e una Coppa Cers) ma soprattutto campione di umiltà. Lo incontriamo sugli spalti del palaLido in occasione della gara uno di questa finale scudetto e non potevamo non approfittarne per chiedergli un parere sulla gara. «Il Viareggio mi ha sorpreso perché di fatto ha giocato, peraltro bene, solo per un tempo, il primo. Poi è rientrato in pista - dichiara Cunegatti - deconcentrato e si è fatto sorprendere in tre-quattro minuti dal Bassano. La squadra di Vanzo è sempre pericolosa e velocissima mentre quella di Mariotti mi è sembrato che non avesse tanta benzina. Al Valdagno attuale, che va a mille, non puoi concedere veramente nulla perché se commetti anche il minimo errore ti punisce». Sulla prestazione double face del Centro ed in particolare sulla prova offerta dal collega viareggino Barozzi il portiere del Bassano commenta così: «Mi ha davvero sorpreso il Cgc, perché nei primi venticinque minuti aveva giocato veramente bene dimostrandosi molto pericoloso in contropiede; al rientro in pista credo che abbiano completamente sbagliato l’approccio alla partita, disunendosi subito e replicando con scarsa convinzione, praticamente facendo l'opposto di quanto dimostrato fino a pochi minuti prima. Contro un Valdagno così energico e graffiante non puoi permetterti di giocare senza l’opportuna dinamicità, senza quella tensione e applicazione che sono fondamentali per contrastare la manovra dei veneti. Credo che a questo Viareggio l’assenza di Motaran, giocatore generoso e dotato di grande sprint, pesi e non poco. Per quanta riguarda la prestazione del portiere viareggino preferisco

non pronunciarmi». Lo salutiamo chiedendogli dove giocherà nella prossima stagione: «Ho rinnovato il contratto ancora con il Bassano, squadra con la quale ho ancora tanta voglia di divertirmi». E noi aggiungiamo a incantare con le sue splendide parate.

©RIPRODUZIONE RISERVATA

TrovaRistorante

a Lucca Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Pubblica il tuo libro