Quotidiani locali

Terzo posto nazionale per l’elite di cinque delle otto contrade del Palio Esulta il presidente Galeotti: è frutto di impegno e di tanti sacrifici 

Querceta sul podio d’Italia con sbandieratori e musici «Noi tra i grandi, che gioia»

l’exploitIl Gruppo Palio dei Micci di Querceta torna al successo. Alla Tenzone Aurea – nome con cui vengono identificati i campionati italiani di serie A1 per la Federazione italiana sbandieratori...

l’exploit

Il Gruppo Palio dei Micci di Querceta torna al successo. Alla Tenzone Aurea – nome con cui vengono identificati i campionati italiani di serie A1 per la Federazione italiana sbandieratori – tenutasi nell’ultimo weekend a Ferrara, la delegazione versiliese che raccoglie l’élite di cinque delle otto contrade del Palio (Ponte, Pozzo e Lucertola partecipano ai campionati interregionali con gruppi propri) ha conquistato il podio. Aggiudicandosi la medaglia di bronzo nella classifica combinata delle varie discipline. Un terzo posto che, oltre al prestigio, permette al Gruppo Palio di rialzarsi dalle ceneri di un decimo posto – ottenuto nel 2017 – che aveva lasciato molte più amarezze che sorrisi. Dopo un nuovo anno di lavoro, musici e sbandieratori quercetani sono riusciti invece a replicare il successo di due anni fa, tornando tra le prime tre squadre in Italia: meglio di loro hanno fatto solo i portacolori di Città Murata di Montagnana (in provincia di Padova) e quelli de Palio del Niballo di Faenza. Per il Gruppo versiliese la medaglia di bronzo è stata assicurata dal terzo posto nella Grande Squadra, il quarto della Piccola Squadra, il quinto nella classifica dei musici, il sesto per la coppia composta da Flavio Cocci e Giacomo Tarchi e l’ottavo per quella formata da Leonardo Lucacchini e Federico Tardelli, e infine nei singoli il decimo posto per Cocci e il diciottesimo per Tarchi. Una serie di piazzamenti che hanno garantito il gradino più basso del podio, scatenando la gioia dei circa 50 atleti che componevano la delegazione versiliese.

«Attestarci di nuovo a questi altissimi livelli nei massimi campionati italiani è fonte di grande soddisfazione per tutti noi – dichiara il presidente del Gruppo Palio Giacomo Galeotti – in particolare mi preme sottolineare il risultato ottenuto dai nostri musici: se sotto il profilo degli sbandieratori siamo già da anni tra i migliori d’Italia, quando nel 2013 sono subentrato alla presidenza del gruppo non avevamo neppure un numero sufficiente di musici per partecipare alle gare federali. Negli anni abbiamo investito tanto e promosso la nostra attività, migliorandoci a costo di grande impegno e sacrifici, ed oggi anche tamburi e chiarine non sono più il nostro tallone d’Achille nelle competizioni». Al Gruppo Palio anche i complimenti dell’amministrazione comunale di Seravezza. Mentre si attende il prossimo week-end per la chiusura delle competizioni con la gara degli Over-38 a Faenza, Galeotti si

prepara intanto con i propri consiglieri ad affrontare un 2019 che rappresenterà l’ultimo anno del suo secondo mandato da presidente. «Obiettivo imprescindibile – dichiara il numero uno del Gruppo – sarà continuare ad investire nel settore under-15».

GABRIELE BUFFONI

TrovaRistorante

a Lucca Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Pubblica il tuo libro