Quotidiani locali

Vai alla pagina su Toscana economia
Mimmo D’Alessandro: «Pronto a collaborare con la Versiliana»
contatto con la fondazione 

Mimmo D’Alessandro: «Pronto a collaborare con la Versiliana»

Il promoter si dice disponibile ad incontrare a breve il presidente Benedetti «Negli ultimi anni programma non all’altezza, se mi chiamano risponderò»

PIETRASANTA. «Collaborare con la Versiliana? Sono, come si dice, a disposizione e pronto ad ascoltare chi vuole parlarmi». Parole di Mimmo D’Alessandro, patron del Summer Festival, in risposta a quelle del presidente della Fondazione Alfredo Benedetti. Che, nei giorni scorsi, aveva indicato nello stesso D’Alessandro come uno degli interlocutori privilegiati in vista del nuovo corso del Festival dopo l’uscita di scena del direttore artistico Massimiliano Simoni.

«Non ho seguito gli ultimi avvenimenti relativi alla Fondazione. Posso però dire, da spettatore, che la Versiliana è una location splendida dove sono stati protagonisti grandi artisti e grandi spettacoli. Forse, a livello di proposte, gli ultimi anni – prosegue D’Alessandro – non sono stati all’altezza dei precedenti, ma non posso esprimere giudizi più approfonditi perché non sono dentro a certe dinamiche. Se sono stato contattato dal nuovo presidente o da altri? Assolutamente no: in tanti anni che faccio questo mestiere nessuno mi ha mai chiesto qualcosa per la Versiliana, neppure un consiglio. Detto questo, e lo ribadisco, se mi chiamano per una chiacchierata vado più che volentieri. E, nel caso, vediamo cosa viene fuori».

Fin qui D’Alessandro che dunque non chiude ad un’eventuale, ma tutta da definire, collaborazione.

In un ruolo che, eventualmente, sarebbe tutto da definire all’interno della nuova Versiliana.

Nel frattempo deflagra la polemica politica in scia al mancato rinnovo del contratto di direttore a Simoni. Ad innescare la querelle un commento di Daniele Mazzoni, Siamo Pietrasanta, che nel plaudire alla decisione aveva aggiunto «che l’amministrazione Giovannetti comincia ad onorare i punti di cui avevamo discusso durante la campagna elettorale. Il ruolo di Simoni era uno fra questi punti. Possiamo dunque parlare di dialogo di nuovo aperto».

Presa di posizione, quella di Mazzoni, duramente criticata dall’assessore alla cultura Massimo Mallegni, che, in risposta aveva dato dello sciacallo proprio a Mazzoni. «Condivido quanto detto da Mallegni: il capogruppo Mazzoni, dal punto di vista politico, si comporta proprio come uno sciacallo. Accordi elettorali con Siamo Pietrasanta per fare fuori Simoni? Bugie: c’è stata una loro richiesta, in tal senso – ribatte il sindaco Alberto Giovannetti – ma non è

stata accolta, la decisione di escludere, oggi, Simoni, dalla Versiliana, non c’entra niente con quanto discusso a giugno. Anzi io spero che Simoni, nei prossimi mesi, rientri a pieno titolo nella Fondazione o in altro ruolo: il tempo lenisce ogni problema». —


 

TrovaRistorante

a Lucca Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Pubblica il tuo libro