Quotidiani locali

il progetto 

Ecco dove sorgerà la nuova sede della Misericordia a Vittoria Apuana

Il Comune ha individuato  un’area tra via Carrara e via Padre Ignazio dove  ci sono terreni pubblici: via alla variante urbanistica

FORTE dei marmi

Mentre sono in corso i lavori di ampliamento della Croce Verde di Forte dei Marmi, che nel volgere di alcuni mesi inserirà nuovi locali e nuovi servizi nella Casa della Salute e quindi nell’edificio di via Risorgimento, si torna a parlare anche di una sede idonea per la Confraternita della Misericordia di Vittoria Apuana, un’ente che da anni opera non soltanto nella frazione cittadina, e che da qualche tempo ospita anche alcuni immigrati.

L’ente di volontariato che ha al vertice come governatore Ilaria Pellegrini, opera da sempre negli edifici di via Padre Ignazio da Carrara e che sono di proprietà della parrocchia di San Francesco, e anche nei locali retrostanti, che sono stati utilizzati dopo l’arrivo dei migranti assegnati dalla prefettura a Forte dei Marmi nell’ex scuola e convento delle Suore Canossiane. Un edificio che una volta ristrutturato sarà destinato dalla Fondazione Vittorio Veneto a casa di riposo e day-hospital per gli anziani del Forte.

La giunta ha approvato un atto di indirizzo, in seguito alla Variante al Regolamento urbanistico per destinare un’area di Vittoria Apuana a nuova sede della Confraternita di Misericordia. «L’attuale sede della Misericordia con sede a Vittoria Apuana – hanno spiegato dal Municipio – è ospitata all’interno di strutture, inadeguate dal punto di vista logistico e distributivo, poco funzionali all’esercizio dell’attività da svolgere come da proprio statuto. Inoltre l’Arciconfraternita di Misericordia è un organizzazione onlus». Così «vista la disponibilità di aree di proprietà comunale poste nell’area di influenza ed operatività della stessa ed idonee per la loro posizione strategica, in particolare è stata individuata l’area posta tra la via Padre Ignazio da Carrara e la via Francesco Carrara» la giunta ha già incaricato il dirigente del settore urbanistica e Attività produttive, l’architetto Sandro Giannecchini, di procedere alla variante urbanistica del vigente Regolamento Urbanistico attribuendo all’area indicata la destinazione urbanistica di zona per servizi e attrezzature

di interesse pubblico, che sarà poi oggetto di processo partecipativo. «Da lì a vedere sorgere le mura forse passerà qualche tempo, ma se tutto andrà per il meglio si potrà iniziare finalmente a pensare al finanziamento dell’opera e alla progettazione». —

R.F.

TrovaRistorante

a Lucca Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Pubblica il tuo libro