Quotidiani locali

la riqualificazione  

Partono a novembre i lavori nell’area di Dini e Denna

Verrà realizzato un nuovo centro commerciale di 2.900 metri e 6 negozi tra cui (forse) Cisalfa Sport. Il progetto dovrebbe essere realizzato in 18 mesi





Dopo il trasloco della ditta nell’area delle Bocchette a luglio, l’avvio dei lavori era nell’aria. Adesso è certo. Apriranno a novembre i cantieri nell’area di Dini e Denna al Secco dove verrà realizzato un nuovo centro commerciale. L’azienda ha già ricevuto il titolo edilizio e l’autorizzazione paesaggistica. Tradotto: ultimi passaggi burocratici per l’azienda e poi i lavori potranno partire.

Un progetto che va ben oltre la realizzazione di negozi, perché si tratta della riqualificazione dell’intera area del Secco, questo quartiere perduto di Lido di Camaiore, dove si trova la più antica chiesa parrocchiale della Versilia, il Cristo Re, e frequentato nei primi anni dal Novecento da re, D’Annunzio e Mussolini che bazzicavano la preziosa Villa Ariston, della famiglia Rolando Ricci, che per qualcuno si trova al Secco per altri è già Lido. Il Secco è adesso il polmone commerciale di Camaiore e scalpita per tornare sull’occhio del ciclone.

Il progetto di Dini e Denna prevede la demolizione dell’immobile esistente e la realizzazione di un nuovo edificio su due piani con una superficie di vendita di circa 2. 900 metri quadrati. In tutto dovrebbero essere realizzati cinque o sei nuovi fondi, di cui il più grande sarà occupato da un negozio di abbigliamento sportivo. Decathlon o Cisalfa Sport (il negozio di articoli sportivi piazzato adesso dietro l’immobile): questi i due nomi papabili. Il secondo più del primo. Nel progetto è prevista poi un’area parcheggio, vicino alla rotonda, con 290 posti auto tutti liberi. Cioè a disposizione dei clienti dei negozi e non. Verranno realizzati anche un nuovo tratto di pista ciclabile, che verrà collegato ai percorsi esistenti sul mare, e un’area di sosta per le biciclette da utilizzare eventualmente come sosta per il bike sharing.

Il sistema di viabilità dovrà permettere a pedoni e ciclisti «un interscambio tra la zona dell’intervento e la parte storica del Secco sui cui partirà un corposo cantiere di riqualificazione», spiegò l’amministrazione comunale di Camaiore all’epoca della presentazione del progetto nell’estate del 2016. Questa parte prevede un investimento da 250mila circa per il rifacimento totale dei marciapiede, la realizzazione di uno spartitraffico di sicurezza per l’accesso all’Aurelia e una nuova pavimentazione sopraelevata di fronte alla chiesa e in prossimità

dell’incrocio con via della Gronda. Infine è prevista anche l’asfaltatura della strada.

I tempi stimati dalla ditta per la realizzazione del progetto è di diciotto mesi, quindi entro la primavera del 2020 il nuovo centro commerciale dovrebbe essere pronto. —



TrovaRistorante

a Lucca Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Pubblica il tuo libro