Quotidiani locali

forte dei marmi 

Addio a Dum Dum l’arbitro gentile del Bar Pierino

Gestiva con la famiglia lo storico locale del centro. Era stato  direttore di gara Uisp di calcio e hockey. Aveva 61 anni

FORTE DEI MARMI. «No, oggi c’è l’hockey», diceva sempre, quando lo invitavano uscire nei giorni delle partite del Forte dei Marmi. No, oggi c’è l’hockey. Come dire: prima il dovere, poi il piacere. Anche se per Roberto Donati seguire la squadra del cuore era entrambe le cose: un piacere, anzitutto, e poi un dovere. Quello di tifoso e arbitro. Dum Dum, così lo chiamavano tutti, se ne è andato giovedì pomeriggio dopo una lunga malattia. Aveva 61 anni.

Da giovane, gestiva insieme alla famiglia, il Bar Pierino in centro a Forte dei Marmi (adesso lì c’è il Caffè Giardino), dove i giovani si ritrovavano per fare telefonate in giro per l’Italia. Lì dentro c’erano infatti vecchie cabine telefoniche che venivano utilizzate a mo’ di computer. «Era una persona d’oro, un uomo gentile», lo ricordo l’assessore Enrico Ghiselli, che negli anni Ottanta giocava nel torneo di calcio dei bar nella squadra del Bar Pierino. «Mi ricordo che un anno arrivammo in finale contro il Bar Versilia dove giocava il sindaco Murzi in porta – ricorda Ghiselli – e Dun Dun era lì fuori che tifava come un matto. Alla fine vinse il Bar Versilia, ma ci divertimmo comunque».

Sportivo e amante di tutti gli sport, Donati aveva arbitrato per anni partite Uisp di calcio e di hockey. Era l’arbitro gentile, dicono di lui. «Roberto è stata una di quelle persone che ha accompagnato la mia infanzia, la mia adolescenza e la mia gioventù – lo ricorda Antonio Giannelli, presidente dell’associazione I colori per la pace –. Ogni volta che mi annunciava di aver trovato una fidanzata finivo per farmi offrire la pizza per festeggiare. Fingevo di credergli e questo accontentava entrambi, lui che aveva qualcuno a cui raccontare le sue fole e io che mi guadagnavo la cena. Spero che ora possa

incantare gli angeli coni suoi fantasiosi racconti, lui che in terra non ha goduto né di fortuna né di gran credito ma che è sempre stato un uomo buono».

I funerali verranno celebrati oggi (11 agosto) nella chiesa di Sant’Ermete alle 16. 30.


 

TrovaRistorante

a Lucca Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGI E TESI DI LAUREA

Premio ilmioesordio, invia il tuo libro