Quotidiani locali

Muore ex bagnino ed operaio amico di Lippi

Conosciuto da tutti come "Guazzino", l'uomo ha deciso di morire a Stromboli

VIAREGGIO. Ha voluto andare a morire, a Ginostra di Stromboli in provincia di Messina, dove si era trasferito. Nicola Cozzolino, chiamato da tutti “Guazzino”, era malato da tempo. Aveva 71 anni, ed era nato a Porto Empedocle in provincia di Agrigento, ma ha vissuto a Viareggio per diversi anni.

Il padre era pescatore e si era trasferito in città con la famiglia è per questo motivo che Nicola ha trascorso la sua gioventù a Viareggio. Ha lavorato come bagnino insieme a Riccardo Antonini, e poi è stato operaio al cantiere navale Picchiotti: era anche un bravo calciatore, se pur a livello dilettantistico. Con Vivaldo Francesconi, uno dei suoi amici fraterni, ha militato nello Stiava. Faceva parte del gruppo degli amici storici di Marcello Lippi. Nicola, malato da mesi, si è battuto fino in fondo con serenità e con il solito: «Tutto a posto».

A Viareggio nel periodo in cui si è sentito male lo hanno assistito il dottor Enrico Petri e la moglie Patrizia. Che ringrazia coloro che gli sono stati vicini e i medici Paolo Puccinelli, Guido Giannecchini, lo stesso dottor Petri e l’infermiere Giuseppe. Quando Nicola ha capitoche la

sua lotta era diventata impari è voluto tornare in punta di piedi nella terra che, per quasi 40 anni, lo ha visto come “sindaco” di Ginostra, dove aveva diversi amici. Lascia tre fratelli ed una sorella, i genitori erano deceduti da tempo.

Roy Lepore
 

TrovaRistorante

a Lucca Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGI E TESI DI LAUREA

Pubblica il tuo libro