Quotidiani locali

Centinaia in fila sognando di fare le modelle

Lunghe code per partecipare al casting di Marie Claire all’Ovs di Viareggio. Una aspirante modella: «Ho superato anche la timidezza»

VIAREGGIO. Per gioco o sul serio, sole o accompagnate, esperte o neofite, del posto o provenienti da fuori regione. Oltre centocinquanta ragazze, profili fisici e caratteriali tra loro diversissimi, hanno partecipato ieri pomeriggio alla tappa del casting (all’Ovs, in Passeggiata) che consentirà a quelle selezionate - una quindicina - di partecipare ad uno shooting fotografico (si svolgerà oggi e domani, in Versilia) finalizzato alla ricerca della protagonista del servizio di moda “Future visioni” che verrà pubblicato sul numero di agosto della prestigiosa rivista Marie Claire. O, in alternativa, diventare un volto Ovs per campagne pubblicitarie.

leggi anche:



Già prima delle 16 – orario d’inizio del casting – dall’entrata principale (sul lungomare) si era formata una lunga coda, con le aspiranti modelle (da regolamento di età compresa tra i 14 e i 25 anni) in attesa (anche) sul marciapiede di via San Martino. Una mescolanza di sensazioni, tra la tensione e la fiducia di chi in questa possibilità confidava parecchio e i sorrisi distesi di chi, invece, ha voluto cimentarsi in un’esperienza che esula da una quotidianità fatta di studio o lavoro. O magari entrambi. Le più giovani - alcune un po’ titubanti e altre, al contrario, parecchio sicure di sé – sono state accompagnate dai genitori, e da loro incoraggiate sia prima sia dopo quel casting intenso, seppur breve. Procedura rapida e snella: registrazione, scatto - con l’intima speranza da parte delle partecipanti che potesse essere il migliore possibile – e, per chi voleva, la possibilità di essere truccate dalle make-up artist dell’agenzia Shaka Beauty. Poi, avanti la prossima.

Sequenza che si è ripetuta, ininterrottamente, per quattro ore, sino alle 20. Alice, 24 anni, è lombarda, con in tasca una laurea in scienze della comunicazione e la passione per lo sport, in particolare l’equitazione. Quando ha scoperto che la tappa di Milano del casting si era già tenuta, ha scelto quello di Viareggio, noncurante della distanza. «Ne approfitto per trascorrere qui il fine settimana», ci scherza su. Racconta che questa per lei è «la prima volta, un’esperienza da provare, per cimentarsi con curiosità in qualcosa di nuovo, utile magari per vincere la timidezza».



Una ragazza col suo stesso nome è arrivata dalla più vicina Monsummano, accompagnata da due amiche. Ha saputo del casting tramite Facebook e, tra le ore dedicate allo studio e quelle all’impiego di hostess, si è concessa un’opportunità, «anche se comunque so bene che entrare nel mondo della moda è complicato».

Cassandra invece di chilometri ne ha dovuti percorrere assai meno, abitando a Massarosa. A convincerla «è stata mia cognata. Mi ha detto: “Perché non provi?” E alla fine ho accettato».
 

TrovaRistorante

a Lucca Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGI E TESI DI LAUREA

Premio ilmioesordio, invia il tuo libro