Quotidiani locali

viabilitÀ 

Asse, il Parco scrive al fronte del sì

Il presidente Cardellini a Del Freo: «Sono disponibile a discuterne»

VIAREGGIO. «Disponibile a discutere» di asse di penetrazione con il comitato dei cittadini della Darsena che il progetto di nuova viabilità difendono. È il messaggio che il presidente dell’Ente Parco, Giovanni Maffei Cardellini, invia pubblicamente al portavoce del comitato, Raffaele Del Freo. «Posso assicurare», sono le parole di Cardellini, «che dove abito io, dalla parte opposta della città rispetto alla Darsena, siamo assediati dalla sosta selvaggia di chi non vuole pagare il parcheggio. Impossibile aprire la finestra se si vuole riposare e siamo legati all’andamento dei venti per lo smog. Eppure non mi viene in mente di chiedere i parcheggi nella pineta di Ponente o di farla attraversare da un nuovo stradone per eliminarmi il disturbo. Insomma, il problema è dell’intera area urbana. E sarebbe l’ora di pensare ad un modello di città diverso da quello tipico degli anni Sessanta fondato sulla motorizzazione individuale e sul consumo di suolo».

Un modello di città, a suon di mattone e quattro ruote che Viareggio ancora sconta e che è al centro ancora oggi del confronto in materia di urbanistica. «Ma poi - aggiunge Cardellini nelle righe inviate a Del Freo - è sicuro, e sulla base di quali valutazioni, che una nuova strada semplifichi invece di raddoppiare i suoi problemi?».

La discussione è aperta da un po’, in una città che ha visto qualche giorno fa una prima manifestazione contro la nuova viabilità immaginata dall’amministrazione del sindaco Giorgio Del Ghingaro che si è data - con atto di consiglio - 180 giorni dal 20 novembre scorso - per realizzare lo studio sul percorso scelto, a Sud dello stadio. A breve i 180 giorni saranno scaduti. Il Comune contava di ottenere un finanziamento regionale per lo studio e dalla Regione l’indicazione arrivata è quella di un atto che prenda in considerazione non un solo tracciato,

ma più ipotesi. Da indiscrezioni si apprende, inoltre, che in un incontro a Firenze di un mese fa circa la Soprintendenza abbia detto chiaramente come, alla luce del Piano paesaggistico regionale vigente, un parere positivo non sia ipotizzabile.

Donatella Francesconi

TrovaRistorante

a Lucca Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Pubblica il tuo libro