Quotidiani locali

il caso

Lucca Film Festival si mangia Europacinema

Viareggio sempre più marginale nella manifestazione inventata da Laudadio. La denuncia del Pd: «Ma l’amministrazione comunale cosa ha fatto per evitarlo?»

VIAREGGIO. C’era una volta Europacinema. Un festival vero, capace di portare a Viareggio grandi registi e splendide attrici, film in anteprima mondiale e convegni di qualità assoluta. Merito di Felice Laudadio, inventore e direttore artistico della manifestazione, emigrato sulla Croisette viareggina dopo aver lasciato (non senza polemiche) Rimini e Bari. Un festival che per più di vent’anni ha trasformato Viareggio in una vera città del cinema. Poi, complici i costi troppo alti, il festival è stato ridimensionato, Laudadio ha lasciato Viareggio e Europacinema è entrato in una lenta agonia che si è chiusa con lo “scippo” da parte di Lucca Film Festival. Che ha fagocitato la manifestazione, spostandola quasi per intero al di là del Quiesa.

Ora a sollevare la questione è il Pd, con un intervento a firma dei consiglieri Luca Poletti ed Elisa Montaresi. «Sta per prendere il via il festival, che pur essendo preceduto dalla dizione “Lucca Film Festival”, mantiene il marchio “EuropaCinema”, marchio che appartiene al Comune di Viareggio. Ma scorrendo il programma - scrivono i due consiglieri - nonostante si affermi nella premessa che il festival si svolge nelle città di Lucca e Viareggio, nella lettura del dettaglio troviamo un solo evento programmato a Viareggio: il concorso cortometraggi, il 12 aprile alle 15 al Centrale (ingresso libero). Dunque la conclusione temuta e annunciata, pare giunta a compimento: il totale assorbimento di EuropaCinema da parte di Lucca Film Festival».

Da qui una serie di domande. «Valeva la pena cedere il marchio e il finanziamento per arrivare a questo punto? Oppure era più dignitoso interrompere la convenzione con Lucca Film Festival nel 2017, visto che finora è servita solo ad accaparrarsi fondi e a non dare alcun rilievo al territorio di Viareggio? Ma l'assessore Mei ha in qualche modo partecipato politicamente all'organizzazione dell'evento oppure non ne sapeva niente? Nel 2014 la manifestazione venne effettuata a Viareggio. In quella occasione l'allora direttore artistico di EuropaCinema, Daniele De Plano, lanciò un piano di collaborazione e sinergia tra vari festival cinematografici della provincia, ma era evidentemente un progetto totalmente diverso dal puro e semplice assorbimento del festival di Viareggio da parte del Lucca Film Festival».

«Lo scorso anno c'era stato un incontro tra il vicesindaco Valter Alberici e Felice Laudadio, l'ideatore di EuropaCinema, a cui è seguito un nulla di fatto. Nel silenzio politico più assordante, la convenzione con “Lucca Film Festival” è stata rinnovata, con il Comune di Viareggio sempre più ridotto alla marginalità e una manifestazione che non ha più

alcun rilievo sul territorio viareggino. Chiediamo al sindaco di sapere se la cessione del marchio EuropaCinema possa considerarsi definitiva, se Viareggio abbia perso definitivamente il suo festival e cosa abbia fatto per far ritornare la manifestazione nella nostra città».
 

TrovaRistorante

a Lucca Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Pubblica il tuo libro