Quotidiani locali

Vai alla pagina su Toscana economia
Spiagge all'asta, salta la legge

Spiagge all'asta, salta la legge

Si dimettono in Senato le relatrici della riforma che avrebbe dovuto recepire la direttiva Bolkestein. Ma anche prevedere dei paracadute per i balneari

VIAREGGIO. La riforma delle spiagge si è arenata. Ad annunciarlo, nella serata di mercoledì 13, è la senatrice viareggina di Mdp Manuela Granaiola. Che spiega come sia saltata in Senato l'approvazione del testo a cui la Camera dei deputati aveva dato il via libera a fine ottobre . Un testo in cui si metteva nero su bianco le cosiddette "aste" degli stabilimenti balneari, ma anche una serie di paracadute per le categoria. Più l'aumento dei canoni delle spiagge.

«Con le dimissioni da relatrici delle senatrici Pd Mara Valdinosi e Stefania Pezzopane – afferma la senatrice Granaiola - il disegno di legge per la delega al Governo, approvato dalla Camera, per la revisione ed il riordino della normativa relativa alle concessioni demaniali marittime, lacuali e fluviali ad uso turistico ricreativo si è definitivamente “spiaggiato” nelle commissioni riunite 6 e 10 del Senato».

«Data l’imminente chiusura della legislatura - prosegue la senatrice - sarebbe stato davvero inutile e pericoloso approvare questo ddl, senza aver chiarito e definito alcune questioni a mio parere fondamentali: stabilire adeguati criteri per tutelare il legittimo affidamento delle imprese balneari titolari di concessioni demaniali marittime, lacuali e fluviali rilasciate anteriormente al 31/12/2009, con la conservazione del diritto alla continuità aziendale. Bisogna chiarire una volta per tutte l’esistenza o meno della limitatezza del bene oggetto di concessione, di cui all’articolo 12 della Direttiva Bolkestein. Si ricorda che su quasi 8000 km di coste in Italia solo 2. 500 sono state date in concessione. L’Agenzia del Demanio non ha mai potuto chiarire questo che è un punto fondamentale

per stabilire la necessità di una evidenza pubblica che rimetta a bando le concessioni in essere. Chiarire, infine, cosa si intendeva per “adeguato periodo transitorio per l’applicazione della disciplina di riordino delle concessioni al 31/12/2009».


 

TrovaRistorante

a Lucca Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Pubblica il tuo libro