Quotidiani locali

Speronata da un pirata «Aiutatemi a trovarlo»

La donna di Massarosa ha avuto un incidente a Vecchiano e cerca il guidatore dell'auto che l'ha tamponata

MASSAROSA. «Stavo sorpassando un’auto, quando, a un certo punto, ho sentito un colpo fortissimo e ho iniziato a non capire più niente, come fossi in una bolla. La mia auto si è capovolta quattro volte, sono finita fuori strada e per poco non finivo in un fosso. Mi hanno tirata fuori dall’auto i volontari di un’ambulanza fuori servizio». Verusca Nicoletti, di Massaciuccoli, ricorda l’incidente avvenuto qualche giorno fa lungo l’Aurelia, poco dopo Migliarino, direzione Viareggio. Stava andando a pranzo dal compagno, quando un’auto l’ha centrata in pieno e poi è scappata a tutto gas.

«La polizia sta indagando ma chiedo a chiunque di tenere gli occhi aperti». È una punto grigia, con il cofano anteriore distrutto. Forse a bordo c’era un uomo. «Dopo l’incidente si è infilato in una strada sterrata che sbuca a Quiesa. Mio babbo lo ha incrociato mentre veniva da me. E la sera, pure, un altro amico lo ha visto mentre saliva al monte Quiesa».

Dopo l’incidente l’uomo (o donna che sia) non ha nemmeno rallentato. «Chi ha assistito alla scena – racconta al telefono Verusca – mi ha raccontato che la Punto stava andando a tutta velocità e che faceva sorpassi azzardati. Lo vedevano entrare e uscire dalla corsie».

Verusca, per sorpassare l’auto che aveva davanti, ha messo regolarmente la freccia e si è immessa sulla corsia di sinistra. Dopo poco ha sentito il colpo. «Ho pensato al peggio, non so nemmeno come ho fatto a uscirne sana e salva, senza fratture o altro», ricorda. «Le persone che mi hanno assistita sono state gentilissime, mi hanno aiutata e consolata. Poi mi hanno raccontato tutto l’accaduto».

Sul posto è intervenuta la polizia pisana, che ha fatto i rilievi
del caso e adesso indaga. Ma Veruska ha bisogno di persone sentinella. «Si riconosce facilmente quell’auto perché ha la parte davanti distrutta. Credo sia ancora in giro per Quiesa. Va trovato perché è un pericolo anche per altri».

Mel. Car.

©RIPRODUZIONE RISERVATA.

TrovaRistorante

a Lucca Tutti i ristoranti »

Il mio libro

CLASSICI E NUOVI LIBRI DA SCOPRIRE

Libri da leggere, a ciascuno la sua lista