Quotidiani locali

Il Molo di Viareggio perde i pezzi: via 12 metri di banchina

Cedimento delle lastre di marmo nella zona gestita dalla Viareggio Porto. La Capitaneria ordina la rimozione delle barche e vieta il passaggio dei pedoni

VIAREGGIO. L’immagine non è molto diversa da quella dell’anno scorso, di questi tempi però lato Passeggiata. Il Molo di Viareggio accusa tutti gli anni che ha ed in più punti si susseguono cedimenti importanti. Questa volta è toccato al tratto più vicino all’ingresso dell’approdo della Madonnina, gestito dalla Viareggio Porto. In questi giorni la Capitaneria ha provveduto ad interdire la zona interessata dal cedimento e ad emettere l’ordinanza di divieto di ormeggio «per garantire la sicurezza della navigazione, l’incolumità pubblica e l’efficienza di sistemi idraulici esistenti (scarichi e tubazioni)».

Il rapporto redatto dal personale della Capitaneria ha messo in evidenza «il distacco di blocchi di marmo costituenti il cordolo del tratto di banchina del Canale Burlamacca sottostante gli uffici della Viareggio Porto per una lunghezza di 12 metri». Una situazione che costituisce «potenziale pericolo per le unità ormeggiate e per la circolazione delle persone».

leggi anche:



Competente per i lavori di riparazione è l’Autorità portuale regionale del segretario Fabrizio Morelli che dovrà reperire le risorse per l’intervento. La stessa Authority che ha avviato la ricerca per individuare l’impresa alla quale affidare «mediante procedura negoziata, senza previa pubblicazione di bando di gara» per l’intervento sul canale Burlamacca al Quartiere Apuania, dove deve essere rifatto «il muro di sponda in sinistra». Per un importo stimato del contratto pari a 71.956,63 euro.

Nonostante l’ordinanza della Capitaneria, però, alcune imbarcazioni sono rimaste ormeggiate dove non dovrebbero. In un canale Burlamacca che dovrebbe vedere solo ormeggi di transito temporaneo, ma lungo il quale - di fatto - alcune imbarcazioni sostano da sempre. Anche a costo della sicurezza del Molo stesso che sconta le barche ormeggiate ed il relativo “tirare” ad ogni mareggiata. Nel tempo il Molo è stato oggetto di ripetuti interventi di manutenzione, anno dopo anno, quando era il Comune ad appaltare i lavori e pagare con i fondi che arrivavano dalla Regione destinati al porto. Evidentemente, però, non sono stati sufficienti. Dato che la struttura oggi presenta più di un cedimento.


 

TrovaRistorante

a Lucca Tutti i ristoranti »

Il mio libro

CLASSICI E NUOVI LIBRI DA SCOPRIRE

Libri da leggere, a ciascuno la sua lista