Quotidiani locali

Chiude la scuola Carducci ma ne nascerà una nuova

L’attuale edificio, non a norma per il rischio sismico, verrà messo in vendita. Il Comune ha chiesto fondi al governo per la realizzazione di un’altra struttura

FORTE DEI MARMI. Una nuova scuola per Forte dei Marmi. O meglio, un nuovo edificio per la scuola elementare “Carducci”, dato che l’attuale struttura che ospita l’istituto primario non è a norma per il rischio sismico. È questa infatti la direzione che l’amministrazione di Forte dei Marmi sembra aver preso per ovviare alle problematiche strutturali rilevate in una relazione di 5 anni fa da uno studio ingegneristico pisano sul plesso scolastico comunale.

Alcune parti dell’edificio in via Melato – attualmente utilizzato dalle classi – presentano delle criticità da risolvere, ma i costi per il recupero effettivo e completamente a norma della struttura sarebbero particolarmente onerosi per le casse del municipio. «La relazione che ci è stata presentata nel 2012 – spiega l’assessore alla pubblica istruzione Anna Corallo – accertava alcune problematiche dal punto di vista sismico: non significa che la scuola non sia a norma, ma solo che alcune parti avrebbero bisogno di interventi strutturali. Interventi che hanno costi molto elevati: nella relazione non si parlava di cifre precise, ma la stima generica non ci risulta a tal punto conveniente da intraprendere questa strada».

Ecco dunque che l’amministrazione guidata dal sindaco Bruno Murzi ha deciso di imboccare un percorso differente che porterà, se il progetto andrà in porto, alla creazione di una nuova struttura in un’altra zona del territorio comunale. «Abbiamo fatto le nostre opportune valutazioni – rivela Corallo – e un mese e mezzo fa mi sono personalmente recata a Roma al Miur con l’assessore al bilancio Andrea Mazzoni per cercare una soluzione alternativa. Abbiamo quindi deciso di provare a partecipare ad un bando per un finanziamento a fondo perduto mirato alla costruzione di nuove scuole». Tale finanziamento – la cui cifra non è stata confermata dall’assessore Corallo – si aggirerebbe intorno ai 2 milioni di euro, permetterebbe al Comune la creazione di un nuovo plesso scolastico in grado di rispondere alle esigenze cui fa fronte, attualmente, la scuola “Carducci”: l’istituto di via Melato è infatti la struttura con più iscritti tra le scuole primarie fortemarmine (circa 250 alunni divisi in tre sezioni). «Siamo ancora in una fase abbastanza primordiale – sottolinea l’assessore Anna Corallo – al momento stiamo valutando le varie aree sul territorio che potrebbero essere adibite a tale uso: ne abbiamo un paio
al vaglio, ma stiamo svolgendo ancora le opportune verifiche. Nei nostri piani la struttura dovrebbe rispondere al numero di iscritti della Carducci». Questa, se il progetto andrà in porto, verrà messa in vendita integralmente o verrà demolita una parte (la palestra) e venduta l’altra.

TrovaRistorante

a Lucca Tutti i ristoranti »

Il mio libro

CLASSICI E NUOVI LIBRI DA SCOPRIRE

Libri da leggere, a ciascuno la sua lista