Quotidiani locali

 

Scuola fredda, arrivano 25 termosifoni elettrici

Polemica alle medie Barsanti per la temperatura bassa nelle aule: il commissario prefettizio di Pietrasanta corre ai ripari

PIETRASANTA. Scuole senza riscaldamento e studenti, diverse centinaia, al freddo. Un paradossale déjà vu a Pietrasanta. E infatti scoppia la polemica. Nel mirino ci finisce l’ex amministrazione comunale. «Ancora una volta le medie Barsanti e il don Lazzeri Stagi devono fare i conti con il mancato funzionamento della caldaia: era già successo uno anno fa. Perché l’ex giunta non ha pensato di sostituire il vecchio impianto, prima dell’inverno anziché fare proclami prontamente disattesi dai fatti?», è la domanda che arriva da alcuni genitori degli alunni. Nel frattempo il commissario prefettizio, Giuseppe Priolo e gli uffici di palazzo corrono ai ripari: nelle aule e nei corridoi saranno posizionati ed attivati, durante le ore notturne, 25 termosifoni elettrici.

Per il funzionamento della nuova caldaia – consegnata di recente – bisognerà invece attendere ancora una settimana. «I lavori di sostituzione della caldaia, comprensivi di tutti gli adeguamenti necessari al corretto funzionamento dell’impianto termico presso gli immobili scolastici di piazza Matteotti, proseguono con ritmo serrato, al fine di garantire l’accensione dell’impianto termico – si legge sulla bacheca Facebook del Comune – nel minore tempo possibile, lavorando in orario straordinario e festivo. I lavori andranno avanti anche nel corso della prossima settimana. Per minimizzare i disagi causati dal freddo, anche in previsione di un abbassamento delle temperature, negli ambienti maggiormente frequentati dagli studenti e dal personale scolastico, è stata individuata una soluzione che garantirà livelli adeguati di riscaldamento con costi sostenibili e in funzione delle attuali disponibilità di energia delle due scuole. In seguito al sopralluogo effettuato due giorni fa dall’ingegnere Filippo Bianchi, responsabile del servizio lavori pubblici comunale, insieme alla ditta incaricata, la soluzione adottata per tale intervento temporaneo, che sarà predisposto e messo in funzione nella giornata di domani, prevede il noleggio di 25 pannelli radianti elettrici di potenza idonea agli spazi da riscaldare e a norma per essere utilizzati in ambienti scolastici. Questi apparecchi – precisano dal Comune – saranno regolati da appositi temporizzatori, programmati in maniera tale da funzionare in modo alternato durante il corso delle ore notturne in cui l’edificio scolastico non ha altri consumi energetici, e si spegneranno alle ore 8, affinché al mattino gli ambienti
risultino sufficientemente temperati e le lezioni scolastiche possano svolgersi in sicurezza. Il tutto funzionerà sino al momento in cui i termosifoni torneranno a funzionare per intendersi per la fine della prossima settimana e comunque entro lunedì 20 novembre».

Lu. Ba.

TrovaRistorante

a Lucca Tutti i ristoranti »

Il mio libro

CLASSICI E NUOVI LIBRI DA SCOPRIRE

Libri da leggere, a ciascuno la sua lista