Quotidiani locali

Cane gettato in acqua con un masso al collo

E' stato ritrovato sulla spiaggia di Viareggio tra i bagni Tirreno ed Excelsior. Probabilmente era già morto quando è stato buttato

VIAREGGIO. La mareggiata di questi giorni l’ha trasportato là dove non sarebbe mai dovuto arrivare: la spiaggia di Viareggio, tra i bagni Tirreno ed Excelsior. È qui che martedì 12 è stata trovata la carcassa di un cane, probabilmente un pitbull, in avanzato stato di decomposizione. Al collo una corda e, attaccato alla corda, un involucro con un peso di 4 chili. Particolare che ha fatto pensare, in un primo momento, ad un gesto di efferata crudeltà nei confronti del cane. Lo stato della carcassa indica che il cane era in acqua da qualche tempo.

Polizia municipale di Viareggio e Azienda sanitaria, servizio veterinario, sono però già risaliti al proprietario, residente in provincia di Pisa. Perché l’area di pelle sulla quale era stato apposto il microchip non era ancora deteriorata. È risultato così che a certificare la morte dell’animale - il quale aveva un’età presunta intorno ai 13 anni, dunque molto vecchio - era stato un veterinario privato. La denuncia di morte risale al 2 settembre scorso. Un periodo compatibile con lo stato della carcassa ritrovata, al momento conservata nei frigoriferi dell’Unità di veterinaria della nostra Asl, a disposizione delle indagini.

Le indagini porteranno sicuramente ad una segnalazione alla Procura ed il proprietario dell’animale dovrà spiegare il gesto. Che, al momento, pare il tentativo di liberarsi del cane morto

mandandolo a fondo in qualche corso d’acqua, là da dove non sarebbe mai dovuto tornare a galla. Se non ci si fosse messa l’alluvione di Livorno, le mareggiate, il materiale di ogni tipo che sta arrivando al mare e da lì fin sulle coste della Versilia. (d.f.)

 

TrovaRistorante

a Lucca Tutti i ristoranti »

Il mio libro

CLASSICI E NUOVI LIBRI DA SCOPRIRE

Libri da leggere, a ciascuno la sua lista